CronacaEccellenzaVN CalcioVN Notizie

Marigliano – Caso S.Maria delle Grazie, stadio ancora indisponibile

Ancora uno stop, l’ennesimo. Ci sarà ancora da attendere, chissà quanto, per restituire alla città di Marigliano un’opera attesa da più di dieci anni. E così esplode il caso, e anche la rabbia, di coloro che avevano sperato nella disponibilità del Santa Maria delle Grazie, a Marigliano, per la prossima stagione calcistica.

Il caso, appunto, nasce con un nuovo diniego dell’Ente di Corso Umberto I, che avrebbe comunicato alle società interessate che la struttura risulterebbe ancora incompleta e non agibile. Nonostante gli annunci nei mesi scorsi dell’ex sindaco, Antonio Carpino, fiducioso di aprire entro l’estate la struttura alla città, lo stato dei lavori sembrerebbe ancora ‘in progress’.

Ed addirittura non si conoscerebbero, o non sarebbero stati comunicati nello specifico i motivi di tale stop. Nonostante la posa del manto sintetico sia stata completata da inizio anno, assieme ai lavori di restyling di parcheggio e spogliatoi, resterebbe da attendere solo il completamento delle tribune, oggetto di un ulteriore finanziamento di circa 700mila euro intercettato dall’amministrazione-Carpino. Ma in un campionato, quello 2020-21, dove l’affluenza di pubblico potrebbe essere totalmente assente a causa della pandemia da COVID-19, probabilmente quest’ultimo punto potrebbe essere anche sorvolabile, ai fini dell’agibilità della struttura.

Già, l’agibilità. Sarebbe proprio questo l’ultimo tassello per poter accedere di fatto al Santa Maria, e resterebbe da capire se quest’ultima possa essere rilasciabile in un’area ancora oggetto di lavori. Un cortocircuito burocratico e politico, figlio dell’insipienza amministrativa che da sempre caratterizza la questione-stadio.

Ed il nuovo altolà ha acceso la miccia di chi aveva puntato tutto sul ritorno a casa in questa stagione, già logisticamente e finanziariamente complicata a causa della pandemia. Ed il riferimento alla Mariglianese di patron Abete è meno che velato.

Il presidente biancazzurro, infatti, aveva incassato da tempo rassicurazioni sulla disponibilità del Santa Maria delle Grazie. Fiducioso nel ritorno a casa, quest’anno Abete ha regalato alla città non solo una prima squadra di assoluto livello per disputare un campionato di Eccellenza da protagonista, ma soprattutto ha operato con la sua dirigenza una ‘summa’ importante delle scuole calcio cittadine, per un settore giovanile mariglianese che sia qualitativo, ma al tempo stesso laboratorio sociale di riqualificazione. È da ricordare infatti che il Santa Maria si inserisce in un delicato tessuto sociale ed urbano come quello di Pontecitra.

Ora monta la polemica. Abete non ci sta e passa all’attacco, non escludendo anche azioni forti per sbloccare definitivamente una questione che si trascina ormai da troppo tempo.

Tags

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close