EccellenzaVN Calcio

Virtus Avellino – sconfitta di misura contro il Sorrento

Falanga permette ai rossoneri di mantenere la scia dell'Agropoli per il decisivo spareggio

Il Sorrento tiene il passo e si garantisce la sfida spareggio contro l’Agropoli per il sogno della Serie D. La vittoria di misura per 1-0 in casa della Virtus Avellino arriva al termine di una gara ricca di emozioni e tensioni.
Parte subito bene la Virtus Avellino, costretta all’impresa per garantirsi il quinto posizionamento in classifica utile a disputare poi l’eventuale semifinale playoff proprio contro i rossoneri per mantenere il distacco con la seconda inferiore a dieci lunghezze. Gli ospiti poi si affacciano dalle parti del portiere avellinese in diverse occasioni, cercando prima di impensierirli su calcio di punizione e poi sfruttando le verticalizzazioni. I maggiori pericoli per entrambi arrivano su palle inattive, i blocchi sui calci d’angolo favoriscono prima la Virtus Avellino che al momento decisivo cicca nel cuore dell’area una buona palla mandandola alta e poi il Sorrento che reclama anche un calcio di rigore su un presunto contatto in area.
Resta comunque più propositiva la manovra offensiva dei padroni di casa che vedono sfumare il vantaggio con Alleruzzo che servito bene dal compagno D’Andrea supera il portiere in un primo momento ma vede poi il pallone allontanato proprio sulla linea.  Poco dopo è sempre un mischione nell’area sorrentina che favorisce ancora un colpo nel cuore dell’area piccola ma anche stavolta la retroguardia rossonera riesce ad uscirne indenne.
Nella ripresa il Sorrento prova a far sua una gara difficile e l’inserimento di Falanga sarà fondamentale. Sarà lui infatti a sbloccare finalmente il risultato al 19° della ripresa quando sugli sviluppi di una rimessa laterale approfitterà dell’unico varco libero tra le numerose maglie neroverdi per colpire la sfera dell’1-0.
Il vantaggio galvanizza gli ospiti che riusciranno anche a sfiorare il raddoppio ma sulla botta sicura di Cifani è la traversa ad imporsi per mantenere in bilico il risultato. Allora la Virtus Avellino proverà a riacciuffare il pari ma troverà prima un super Leone a sbarrargli la strada e poi sul goal nato dagli sviluppi di un calcio d’angolo è il guardalinee a fermare tutto per una presunta posizione irregolare del giocatore avellinese al momento del servizio in area. La tensione costerà cara ai padroni di casa che nel finale perderanno anche Lippiello per un brutto intervento su Falanga per chiudere in 10 la partita che rimarrà ferma sul risultato di 1-0 in favore del Sorrento anche dopo l’extratime.

Tags

Nicola D'Ambrosio

Giornalista, laureato in giurisprudenza e calciofilo per natura. Beppe Viola e Gianni Brera i miei modelli :)

Articoli correlati

Close