Cronaca

Salerno – Danno erariale di 500mila euro. Condannata società

Avrebbero utilizzato in maniera impropria i contributi pubblici, generando un danno erariale di 500 mila euro. Sarebbe questa la conclusione della Corte dei Conti, che ha condannato una società di Nocera Inferiore al risarcimento.

Tutto sarebbe nato da una verifica fiscale eseguita dai finanzieri di Salerno, nei confronti di una società operante nella fabbricazione di imballaggi plastici, attraverso un’analisi delle operazioni finanziarie, riguardanti la percezione di agevolazioni pubbliche erogate da Invitalia per iniziative imprenditoriali nel Mezzogiorno. I militari avrebbero rilevato il mancato rispetto di una delle condizioni indispensabili per la concessione delle agevolazioni, ossia il conferimento effettivo di danaro da parte dei soci, mediante aumento di capitale sociale o tramite un finanziamento soci.

Le successive indagini bancarie e contabili, avrebbero evidenziato che i conferimenti effettuati dai soci, sarebbero stati restituiti dalla società attraverso una partita di giro, mediante operazioni di pari importo.
In pratica sarebbe stato simulato il prescritto aumento di capitale sociale per ottenere i contributi pubblici. Da qui la segnalazione alla Corte dei Conti dei responsabili per l’ipotesi di danno erariale.

L’organo collegiale della Corte dei Conti, sulla base dei riscontri della guardia di finanza, e accogliendo le richieste della Procura regionale, ha condannato i responsabili al pagamento di 500 mila euro all’Erario, rilevando come attraverso il ricorso a modalità illecite, sarebbe stata pregiudicata la regolarità del finanziamento ottenuto dalla società.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto