CittàTorre AnnunziataVN Notizie

Torre Annunziata – Scandalo UTC: l’addio del vicesindaco Diana

Non accenna a fermarsi il terremoto politico che ha investito Torre Annunziata all’indomani dell’arresto dell’ex vicesindaco, ed assessore ai lavori pubblici, Luigi Ammendola.

Se quanto accaduto a fine dicembre, quando a finire in manette era stato il dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale, aveva portato all’azzeramento della giunta lasciando strascichi che sembravano esser stati in parte riassorbiti, il nuovo scandalo ha messo definitivamente in discussione la tenuta del governo cittadino.

“Situazione politica a Torre Annunziata non più sostenibile con un sindaco completamente in balìa degli eventi” il commento di Pasquale Striano, commissario cittadino di Fratelli d’Italia, che come altri esponenti di varie forze politiche, ha chiesto l’intervento del governo centrale e le dimissioni della giunta comunale.

Squadra di governo che, dopo le dimissioni della consigliera comunale di maggioranza Germaine Popolo, da oggi, formalmente, perde il vicesindaco ed assessore a trasparenza, anticorruzione e legalità Lorenzo Diana, ex senatore e già segretario della commissione parlamentare antimafia.

Diana, impegnato da sempre nella lotta ai Casalesi e, come da lui rimarcato, “Abituato a sfide difficili” ha sottolineato come “Seppur In poco più di due mesi la giunta abbia lavorato al piano anticorruzione, approvato il preliminare del PUC ed affrontato la questione dei beni confiscati e dell’evasione scolastica, è stato sempre necessario fare i conti con la resistenza di alcuni apparati amministrativi”.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto