CronacaVN Notizie

Torre Annunziata – I tifosi del Savoia chiedono “Meno chiacchiere e più fatti”

Sono settimane calde per il futuro del Savoia, che essendo risultata la miglior seconda classifica di Serie D alle spalle unicamente dell’Ostia Mare al termine della stagione chiusasi anticipatamente a causa della pandemia di Coronavirus, avrebbe la quasi certezza di essere ripescata in Lega Pro, se non fosse per il suo stadio, il Giraud.

La roccaforte biancoscudata infatti sembra esser diventata improvvisamente il peggior nemico della compagine oplontina che senza la messa a norma dell’impianto sportivo vedrebbe svanire la possibilità di approdare tra i professionisti.

Diversi sono gli interventi da realizzare, dal rifacimento del manto erboso, dell’impianto di videosorveglianza fino all’installazione dei seggiolini per i tifosi nei settori che ne sono sprovvisti. Il tutto in tempi assai stretti e che, a meno di una proroga da parte della Lega che pare tuttavia improbabile, sembrano una montagna difficilmente scalabile, soprattutto visto che, per il momento, dell’inizio dei lavori non se ne scorge neppure l’ombra.

Situazione pesante, quasi insostenibile, per i tifosi che vedrebbero sfumare così il sogno di rivedere i propri beniamini nuovamente tra i professionisti dopo 5 stagioni, e preoccupati dalla possibilità che in caso di permanenza in D il presidente Mazzamauro possa decidere di lasciare la dirigenza del club. Timori che hanno spinto i supporters biancoscudati ad affiggere in città degli striscioni, di cui uno proprio all’ingresso dello stadio Giraud, per chieder all’amministrazione, nella persona del sindaco Vincenzo Ascione, meno chiacchiere e più fatti.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto