Cronaca

“Stese” nel Vesuviano: scattano gli arresti

VESUVIANO – Erano operanti nelle cittadine di Somma Vesuviana e Sant’Anastasia, ed appartenenti a locali consorterie criminali, gli 8 soggetti raggiunti in mattinata da ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Dda Partenopea.

Gli 8 indagati, di cui 6 destinatari della misura cautelare della custodia in carcere e 2 ai domiciliari, sono ritenuti responsabili a vario titolo di spaccio e porto di armi, oltre che di estorsione, il tutto aggravato dal metodo mafioso.

Si tratta, nel caso specifico, di un’attività d’indagine finalizzata a mettere luce sulla contrapposizione di fazioni rivali, come dimostrato nell’esplosione di alcuni colpi d’arma da fuoco da parte di Pellegrino Francesco, di Sant’Anastasia, nei confronti di Eugenio D’Atri. Quest’ultimo, già imputato del duplice omicidio avvenuto a Saviano nel Febbraio 2016, ed attualmente detenuto, si vede contestata anche un’estorsione commessa a Somma Vesuviana con l’aggravante del metodo mafioso.

La preparazione delle “stese” viene mostrata in un video investigativo in cui, alcuni dei soggetti indagati, mettono a portata di mano un fucile a canne mozze, chiamato “il coniglio” nelle intercettazioni, sempre pronto e a portata di mano per intimidazioni o per rispondere ad agguati degli avversari.

Tra gli arrestati anche Domenico Giordano, raggiunto da gravi indizi in merito ad un’estorsione commessa ai danni del titolare di una ditta edile di Sant’Anastasia. Attualmente risulta già sottoposto a misura cautelare nell’ambito del procedimento Blu Sky, per altra estorsione commessa in concorso con appartenenti al locale clan Anastasio.

I destinatari del provvedimento della misura cautelare in carcere sono: Pellegrino Francesco, Giordano Domenico, Somma Giovanni, Iossa Francesco, Colurciello Giuseppe, D’Atri Eugenio. Ai domiciliari finiscono Panico Raffaele e Noveletti Giacomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto