PoliticaVN Notizie

Sperone – Cavalcavia: ok al progetto esecutivo

SPERONE – 20L’attesa si è prolungata forse più delle normali aspettative. Ma alla fine la soluzione è stata trovata, in virtù del provvedimento, con cui il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino ha dato parere favorevole al progetto che, con il dissequestro, restituisce l’agibilità al cavalcavia, che collega il centro urbano alla zona industriale di Sperone. Il progetto, in linea con l’accoglimento delle indicazioni della magistratura, contempla l’intervento di restringimento dell’area di transito lungo l’infrastruttura, garantendone gli indici di sicurezza previsti dalle normative in materia e della pubblica incolumità.

In particolare, l’intervento prevede l’allestimento e il montaggio di pali e tiranti lungo l’asse longitudinale del cavalcavia, ch’è classificato di seconda categoria, restringendone l’area di utilizzo. E’ un’operazione, per la quale il transito sarà reso possibile soltanto ed esclusivamente agli automezzi con larghezza non superiore a due metri e 2 centimetri. E’ la soluzione che assicura agli agricoltori e ai proprietari le condizioni d’accesso ai propri terreni dislocati nella Selva Paradina con i normali automezzi destinati alle attività agricole; soluzione, che, nello stesso tempo, viene incontro alle esigenze di mobilità e di ciclo produttivo delle piccole e medie aziende operanti nella zona industriale.

La decisione adottata segue un iter complesso, iniziato all’indomani del decreto di sequestro dell’infrastruttura dell’A-16 nel territorio comunale, sottoscritto dalla magistratura per le condizioni di rischio e pericolo verso la pubblica incolumità. Un iter, che l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco, l’avvocato Marco Santo Alaia, ha seguito nell’ambito delle sue competenze, sia sul versante giurisdizionale che su quello Istituzionale nel rapportarsi con la Prefettura e con il Comando provinciale della Polstrada di Avellino, sia con la società Autostrade per l’Italia. Un’azione, a cui ha corrisposto quella di stimolo e solecitazione del Comitato civico pro-Cavalcavia per la riapertura del traffico sull’infrastruttura. Un quadro, che ha fatto registrare il punto di svolta con le prescrizioni della magistratura, in relazione alle opere di manutenzione e potenziamento del cavalcavia ed eseguite a novembre dello scorso anno dalla società che gestisce la rete autostradale nazionale.

Articoli correlati

Close
Close