Girone HSerie DVN Calcio

Sorrento – Herrera e Figliolia abbattono l’Altamura, terzo posto per i costieri

I rossoneri allungano la striscia positiva a 12 gare, terzo gol consecutivo per il 'dieci' panamense

27 punti, 12 risultati utili consecutivi ed un Herrera formato super. Sono questi i fattori chiave del terzo posto del Sorrento, che con un netto 2-0 ritorna alla vittoria al Campo Italia, superando con agilità un tanto spento quanto sterile Team Altamura.

Costieri arrembanti sin dai primi minuti, al 9’ i rossoneri già cestinano un’ottima occasione per passare in vantaggio, con Vitale che da ottima posizione calcia fuori.

Continua a spingere il Sorrento, ma gli uomini di Maiuri non prendono le misure giuste: al 18’ La Monica di testa non inquadra bene lo specchio di porta.

Prova ad alleggerire la pressione locale l’Altamura: al 23’ il tiro di Guadalupi non crea problemi alla retroguardia rossonera. Al 33’ ci prova Vitale per il Sorrento, ma la conclusione è da dimenticare.

Prova a salire dunque in cattedra il solito Herrera: il folletto rossonero ci prova prima al 35’ con un tiro centrale che non impensierisce il portiere ospite Guido. Il 10 ci riprova al 45’ con una bella rovesciata, ma è ancora Guido, in presa plastica, a dir di no all’avanti locale.

Un conto in sospeso, quello di Herrera, subito regolato al pronti via della seconda frazione: è il 47’ quando il panamense guadagna e realizza un calcio di rigore, causato da un tocco di mano di un difensore in area pugliese. Sono tre i centri consecutivi di Herrera, che dopo Bitonto e Andria punisce un’altra formazione pugliese in rapida successione.

L’Altamura, colpevole assente per larghi tratti della partita, non è capace di imbastire azioni degne di nota, anzi rischia il colpo del ko quando tre minuti più tardi Figliolia grazia la retroguardia pugliese dopo un brutto errore in disimpegno, calciando alto sopra la traversa.

Sorrento che continua ad attaccare alla ricerca del doppio vantaggio: è ancora Figliolia a provarci al 68’, ma il suo sinistro è alto.

La squadra di Maiuri dilaga, e solo per questioni di centimetri non riesce a trovare il gol della sicurezza: al 73’ la sgroppata di Masullo non pesca di poco gli attaccanti in area, con la retroguardia pugliese che si salva in angolo, dal corner successivo il colpo di testa di Fusco si stampa clamorosamente sulla traversa.

E’ questione di minuti e la diga biancorossa cede: è l’82’, grande azione di contropiede del Sorrento, questa volta l’assist di Masullo è illuminante, un cioccolatino da scartare facile facile per i compagni accorrenti, Figliolia ringrazia e sigla il 2-0 finale.

Finisce praticamente così la partita: il Sorrento non conosce il significato della parola sconfitta, specie in casa, dove è sempre andata a punti. Domenica il derby con il Gladiator sarà un banco di prova importante per gli uomini di Maiuri, vogliosi di continuare a coltivare un sogno chiamato Lega Pro.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto