CittàEventiSomma VesuvianaVN Cultura

Somma Vesuviana – Omaggio alla storia: targhe per i sindaci e i musicisti che hanno dato lustro alla città

Il ricordo dei sindaci e presidenti del Consiglio si innesta in quel grande programma dedicato all’80° Anniversario della strage nazista del 1943. Il 1945 è l’anno in cui si concretizza la libertà, la democrazia e il vivere civile. I sindaci, in particolare, diventano i veri protagonisti di questa nuova epoca, grazie alla loro proficua attività, fondata sui veri valori costituzionali. Nel 1861, agli albori dell’ Unità nazionale, l’ ufficialità politica promosse il costituirsi di fanfare e bande municipali per farne un volano pubblicitario, atto alla diffusione di un repertorio musicale rappresentativo del nuovo Stato. Ogni città o Comune ebbe la sua scuola musicale e la propria banda, dirette da valenti e apprezzati maestri. Somma ebbe la sua fanfara municipale già nel 1867. 

Una giornata dedicata alla memoria storica della città di Somma Vesuviana. Due eventi collegati per rendere omaggio ai sindaci della città e anche agli artisti che sono diventati motivo di vanto per il territorio nel corso degli anni. Inaugurata a Palazzo Torino, sede del Municipio, in Piazza Vittorio Emanuele III, una targa con i nomi di tutti i sindaci e Presidenti di Consiglio dal 1945 ad oggi. 19 in tutto, 9 Commissari prefettizi. Da Francesco Capuano fu il primo sindaco, nominato il 5 Aprile del 1945 passando per Alfonso Auriemma, il primo sindaco eletto direttamente dai cittadini con il nuovo sistema elettorale. 

Accanto alla targa con i nomi di chi ha governato la città anche quella dedicata a coloro che sommesi doc hanno diffuso la cultura. I Maestri e Musicisti celebri della città. Il ricordo dei sindaci e presidenti del Consiglio si innesta in quel grande programma dedicato all’80° Anniversario della strage nazista del 1943, come ha spiegato Alessandro Masulli, Direttore dell’Archivio Storico di Somma Vesuviana 

Articoli correlati

Back to top button