Cronaca

Somma Vesuviana – 500 euro di “pizzo” per poter lavorare in pace, arrestati due fratelli di Maddaloni

500 euro per proseguire “in tranquillità” la propria attività commerciale. Era quanto chiedevano i fratelli Pasquale e Antonio Ventrone, di 33 e 24 anni, residenti a Maddaloni, ritenuti dai carabinieri responsabili di estorsione continuata.

I militari della compagnia di Castello di Cisterna, insieme ai colleghi della stazione di Somma Vesuviana e di Maddaloni, hanno sorpreso i due mentre riscuotevano la tangente presso tre agenzia di scommesse sportive a Maddaloni, Somma Vesuviana e Sant’Anastasia il dicembre scorso.

L’arresto, avvenuto anche grazie all’ausilio dei ricattati, è avvenuto grazie ad un incontro con gli estorsori; il denaro della tangente è stato recuperato e restituito al proprietario, mentre i due fratelli Ventrone sono stati tradotti presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds