EccellenzaGirone HVN Calcio

Serie D – Girone H, 7^giornata: derby assoluti protagonisti

Tornata ricca di stracittadine, big match tra Taranto ed Andria

Nuovo padrone per il girone H di serie D. Con la vittoria di settimana scorsa dell’Altamura sull’ex capolista Picerno, è il Taranto ad approfittarne ed ad issarsi in cima alla classifica. E con l’arrivo dell’ora legale, giunge anche il cambio orario, con tutte le sfide della quarta serie nazionale che cominceranno con mezz’ora d’anticipo alle 14.30.

Una settima giornata che però non sembra sorridere agli uomini di Panarelli, che allo “Iacovone” ospiteranno i cugini dell’Andria, in un derby dall’alto coefficiente emotivo che sarà un vero e proprio “crash test” per le ambizioni di promozione dei tarantini.

Chi spera in un passo falso della capolista è certamente l’Altamura, ansioso di mettere la freccia sui rivali: ad attenderli un Pomigliano rigenerato dalla cura-Cioffi, ora alla ricerca di continuità nei risultati dopo la vittoria contro il Nola, boccata d’ossigeno pura per la deficitaria classifica dei pomiglianesi. Il test con i pugliesi è certamente dei più impegnativi, ma il trend degli uomini del presidente Pipola è in crescita dopo le ultime uscite; e a dar manforte ai pomiglianesi arrivano altri due uomini, il portiere Lazarevs, classe ‘97 ex Mantova, ed il centrocampista classe ’99 Roberto Greco, che ha già militato nella Primavera della Pro Vercelli, prima di passare lo scorso gennaio all’Avellino.

L’ex capolista Picerno attende tra le mura amiche il Nardò: sulla carta, una sfida abbordabile per gli uomini di Giacomarro, che potrebbero approfittare della sfida tra Bitonto e Fasano per allungare sulle inseguitrici e scavare così il primo solco tra le contender alla vittoria finale ed il resto delle squadre.

Una settima giornata che si caratterizza per la folta schiera di derby: apre le danze la sfida tra Gragnano e Savoia. Per gli uomini di Campana ennesima chiamata per muovere la classifica, specie per prendere vantaggio con le dirette concorrenti come il Nola, prossima avversaria della squadra gialloblù. Per i biancoscudati, tanta voglia di reagire all’ingiusto risultato di domenica scorsa con il Taranto e proseguire nella caccia alle zone alte di classifica.

Derby salvezza tra Ercolanese e Sarnese: vincere lo scontro fratricida significherebbe guadagnare un importante vantaggio sulla rivale nella corsa alla permanenza in D. Per la squadra vesuviana in settimana è arrivato l’appello del presidente Battiloro, una richiesta di vicinanza al sodalizio ercolanese per sostenere la squadra nel difficile momento sportivo, associata alla promessa d’impegno durante il calciomercato di riparazione nel rafforzare un organico bisognoso di nuova linfa per centrare la salvezza.

Trasferta lucana per la Gelbison, impegnata nello scontro con il Francavilla: dopo la rocambolesca vittoria con il Nardò, i rossoblù non vogliono perdere contatto con la zona play-off. Chiave fondamentale del match sarà, come al solito, il mantenere la solidità difensiva mostrata nelle scorse giornate.

Dopo la sconfitta e la conseguente eliminazione in coppa col Fasano, per il Sorrento arriva il momento di pensare al campionato: la situazione in classifica inizia a diventare delicata, e il match con il Gravina assume il sapore di scontro salvezza. Gurracino chiederà ai suoi di stringere i denti e di cercare di trovare una vittoria casalinga che manca dalla prima giornata di campionato.

Chiuderà la giornata domenica alle 15.00, con dunque mezz’ora di ritardo rispetto alla tabella di marcia, la sfida tra Cerignola e Nola.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds