EventiVN Cultura

Scuola – Esami di Maturità: insediate le Commissioni, mercoledì iniziano i colloqui

Il servizio di Gianni Amodeo.

Operazioni preliminari questa mattina per gli esami di Maturità, che inizieranno mercoledì, con l’insediamento negli Istituti delle commissioni, composte da docenti interni, e presiedute da dirigenti e docenti esterni, oltre che da docenti universitari e, per la prima volta, da dirigenti di Istituti comprensivi e Scuole medie.

Definito e pubblicato il calendario gruppi dei “maturandi” impegnati nella prova, che sarà unica nell’inedita formula in maxi-orale per un colloquio articolato e complesso di valenza interdisciplinare, la cui durata potrebbe protrarsi fino ad un’ ora. Una soluzione straordinaria, che non contempla le prove scritte, determinata dalla situazione emergenziale imposta dal Covid-19, con il pit-stop trimestrale per la normale attività didattica in presenza e l’attivazione della didattica a distanza on line.

480 mila gli studenti chiamati all’impegno che si configura in varie fasi, con l’apertura incentrata sull’argomento dell’elaborato che i candidati hanno prodotto ed inviato per via telematica entro sabato scorso, argomento assegnato entro il primo giugno dai docenti delle discipline caratterizzanti gli indirizzi generali con le articolazioni specialistiche degli Istituti.

In particolare, i docenti nell’assegnazione della tematica dell’elaborato hanno avuto la facoltà di optare per un argomento diverso per ciascun candidato, o per un argomento per gruppi o per lo stesso argomento per l’intera classe. E l’elaborato può essere trattato anche in forma multimediale.

Altre fasi particolarmente significative del colloquio, la discussione interdisciplinare su argomenti assegnati e la relazione sulle esperienze maturate nei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, in sostituzione schema d’alternanza Scuola e Lavoro, con richiami alle esperienze agli anni di corso precedenti. Altri punti del colloquio, le attività di cittadinanza attiva e i principi della carta costituzionale, con approccio al Covid-19 e al mondo che si prospetta con il dopo Corona virus.

Nella valutazione dei livelli sia delle conoscenze che delle competenze espresse nei colloqui, le commissioni possono attribuire al massimo 40 punti, rispetto alla soglia massima dei 100 punti, che possono essere accompagnati dalla lode, a fronte di colloqui di notevole capacità argomentativa e di eccellente caratura linguistico -espressiva. Il max di 60 punti si costruisce nel corso del triennio con la media-voti oscillante tra l’otto e il dieci.

Articoli correlati

Back to top button
error: Questo contenuto è protetto