Girone ISerie DVN Calcio

Nola 1925 – Scontro diretto per il Nola in terra calabra

L’obiettivo comune è una salvezza dignitosa

Un filo conduttore simile unisce Corigliano e Nola. Il girone I di Serie D è ancora in fase di evoluzione ed è presto per azzardare analisi o prospetti di graduatoria. Per i calabresi e i bianconeri, il diktat delle rispettive dirigenze è conquistare una salvezza tranquilla. Le due compagini sono al lavoro per rispettare quelli che sono stati gli obiettivi definiti ad inizio stagione.

In classifica la differenza è di soli due punti tra Nola e Corigliano. I bruniani vivono un momento di forma positivo: dopo la sconfitta di Ragusa della prima giornata, sono 6 i risultati utili consecutivi, frutto di 2 vittorie e 4 pareggi. Nell’ultimo incontro è arrivato un pareggio per 1-1 contro l’FC Messina. Non sarà della partita mister Gianluca Esposito, espulso nella gara contro i siciliani.

Il Corigliano ha perso l’ultima gara in calendario contro il Licata. Una sconfitta cocente, maturata tra le proprie mura, che ha mandato su tutte le furie lo staff dirigenziale biancoazzurro. Un terremoto che ha lasciato non poche scorie: oltre alle rescissioni di svariati calciatori, è stato pubblicato un comunicato contro l’ultimo arbitraggio, considerato non all’altezza dallo stato maggiore calabrese.

Il team di Corigliano Calabro non vive un buon periodo venendo da tre sconfitte consecutive: in casa e di misura contro Cittanovese e Licata, e in trasferta sul campo del Biancavilla. Dopo 6 giornate sono 7 i punti messi in cascina, in virtù di 2 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte e con 5 reti realizzate e 7 incassate. Nonostante i ben 7 calciatori UNDER titolari nell’ultima gara disputata, il Corigliano è una formazione da non sottovalutare, vogliosa di gettare alle spalle l’ultima sconfitta e di conquistare una vittoria in casa che manca dalla seconda giornata. Fari puntati sul top scorer dei biancoazzurri: l’esperto Cosimo Cosenza, centrocampista classe ’87, autore di 2 reti. Occhio anche al rientrante Gianbattista Catalano, attaccante classe ’94, che ha scontato la squalifica e quindi arruolabile per mister De Sanzo.

Per il Nola, chi ha ben chiara la situazione è Domenico Todisco, centrocampista classe ’98, protagonista in queste prime gare disputate con la casacca bianconera

Fischio d’inizio alle ore 15 presso lo stadio Comunale “Città di Corigliano”. La direzione di gara è stata affidata ad Andrea Ancora di Roma 1, assistito dai collaboratori Leandro Claps e Stefano Vito Martinelli entrambi della sezione di Potenza.

 

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close