CronacaVN Notizie

Scafati – La situazione del Covid Hospital

Convertito nella prima decade di marzo a Covid Hospital, quello di Scafati è uno dei due, assieme ad Agropoli, presenti nell’ASL di Salerno. Scelta presa dalla direzione generale anche considerando che, essendo il nosocomio un polo di pneumologico, venivano già assistiti pazienti con malattie respiratorie.

Giornata che all’interno di un reparto Covid inizia con la valutazione delle cartelle in zona verde ed in seguito si accede alla zona rossa per la visita dei pazienti.

Diversi i reparti convertiti per assistere i pazienti Covid. Partendo da quello di malattie infettive e di medicina generale che, pur essendo la situazione meno pressante rispetto a marzo o novembre, vedono in entrambi i casi tutti i posti letto disponibili occupati con alcuni pazienti in via di dimissione.

16 i posti letto di sub-intensiva, anche qui tutti occupati, con soggetti trattati con ventilazione meccanica non invasiva. Mentre in terapia intensiva, ad oggi, è presente solo un paziente ricoverato a fronte delle 4 postazioni totali.

Emergenza Covid che ha portato ad attivare, presso il punto di primo intervento, il pronto soccorso dove sono state create delle vetrate per permettere di seguire i pazienti anche dall’esterno della zona rossa e che da ottobre conta circa 500 accessi.

Nosocomio scafatese individuato come punto spoke per i vaccini anti Covid partiti lo scorso 31 dicembre.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto