Politica

Scafati – Baratto amministrativo, pronto il regolamento

Il decreto ”Sblocca Italia”, la legge dello Stato 133 varata il 12 settembre dello scorso anno, alimenta opzioni per aiutare i comuni ad incassare tributi comunali attraverso il baratto amministrativo. Una forma di ‚‘cessione‘‘ di mano d’opera che permette al cittadino in difficoltà con il pagamento dei tributi, di poter compensare quanto dovuto al Comune con ore di lavoro, sistemando le aree verdi della città, effettuando manutenzione in piazze e strade, oppure procedendo al recupero di aree e beni immobili inutilizzati.
Il Comune di Scafati si prepara ad utilizzare il sistema, cercando di recuperare gettito erariale attraverso il lavoro dei cittadini che ne faranno richiesta. Sarà il responsabile del servizio finanziario, ogni anno, ad indicare la somma che potrà essere utilizzata dai cittadini con ISEE inferiore ad 8.000 euro. Al settore manutenzione spetterà il compito di specificare quali tipologie di lavori mettere a compensazione.
Dunque una risposta concreta alle fasce deboli, attraverso un coinvolgimento diretto nella vita della comunità. Messa a disposizione delle proprie competenze, possibilità di recupero di fondi di bilancio ritenuti ormai persi, generando risparmio per l’Ente in relazione ai servizi di manutenzione del verde, pulizia e custodia immobiliare.
Attraverso un percorso integrativo delle fasce deboli, l’Ente è riuscito a restituire, durante il 2015, canoni idrici relativi al 2002 e al 2003.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close