Cronaca

Scafati – 8 marzo, ”La ragazza afgana” alla Biblioteca

Donne nella giornata internazionale a loro dedicata. Una festa nata per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche, ottenute dopo anni di lotta. Donne che subiscono violenza, discriminazioni, costrette a rinnegare se stesse, la propria femminilità, subendo la violazione di un mondo che ha rinchiuso volti e speranze dietro barriere invisibili, prigioni psicologiche che ancora oggi reprimono la libertà di un essere libero, parte di un mondo che dalla donna prende vita, di un universo maschile che impone la superiorità con la violenza, per un credo religioso. L’8 marzo 2016 è anche il 70° anniversario del suffragio femminile con le donne che votarono al Referendum istituzionale che sancì la nascita della Repubblica Italiana, e alle contemporanee elezioni politiche dell’Assemblea costituente. Traguardi italiani che si sono sviluppati, moltiplicati, in una nazione moderna che ha dato spazio alle donne, ma non ancora a sufficienza. L’Italia figura al 21mo posto, in retroguardia rispetto agli altri paesi dell’Eurozona.

Spazio di riflessione alla biblioteca Morlicchio di Scafati, su Afganistan e donne. Privazione di ogni diritto dietro burca soffocanti che cancellano volti, speranze, futuro. Al centro della mattinata gli occhi di ghiaccio della ”Ragazza afgana”, la foto quella scattata dal fotografo del National Geographics Steve McCurry. L’espressione del suo viso, resero ben presto l’immagine celebre in tutto il mondo e divenne una sorta di simbolo dei conflitti afgani degli anni ottanta, e simbolo della sofferenza di un’intera generazione di donne afgane. “Non solo mimose”, ma un teatro ispirato alla letteratura femminile medio-orientale, in collaborazione con l’ActionAid Scafati, con le studentesse e gli studenti delle scuole superiori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto