PromozioneVN Calcio

Saviano – continua il periodo no, ko con il Vis Ariano

La vittoria per 3-2 degli avellinesi consegna il terzo risultato negativo in sette giorni

Continua il periodo no per il Saviano. I neroverdi, reduci dalle debacle di Lioni e Bisaccia, dovevano riscattare la settimana negativa per risollevare morale e classifica ma la sfortuna e qualche errore di troppo hanno avuto la meglio anche stavolta e, contro il Vis Ariano, il risultato si chiude sul 3-2 in pieno recupero.

I minuti in più sulle gambe sembrano sentirsi subito quando prima dell’8’ giro di lancette arriva subito il vantaggio ospite grazie a Capodilupo. Il contropiede è letale quando lo schema del fuorigioco non funziona e il Vis Ariano può abilmente portare il suo centravanti a depositar dolcemente in rete la sfera. Un minuto dopo il Saviano potrebbe riequilibrare i conti ma l’appuntamento con la palla è rinviata alla successiva occasione.
I padroni di casa allora alzano il baricentro: prima del quarto d’ora il Saviano reclama un rigore ma la bandierina alzata dall’assistente vanifica la chance dal dischetto, un minuto dopo è Auricchio a tu per tu con Mazzone a centrare solo il portiere che chiude in angolo. La partita resta vivace anche se i primi 45 si chiuderanno con il vantaggio ospite. il Saviano proverà soprattutto dalla distanza a cercar la porta anche se l’occasione più ghiotta capita nuovamente tra i piedi di capodilupo nel cuore dell’area e lascia spazio dopo solo a una punizione nel finale per i neroverdi.

La ripresa è aperta dal fulmine di Ascione, bravissimo a buttar la palla dentro dopo il palo pieno preso sull’offensiva neroverde. Il Saviano ringalluzzito affronta la ripresa con un altro piglio e potrebbe anche raddoppiare ma riesce a sfiorare solo il palo. La perseveranza del Saviano poi è premiata dal rigore guadagnato al 14’ ma dal dischetto Rivitti si fa ipnotizzare da Mazzone e getta alle ortiche la possibilità del 2-1.
Goal mangiato goal subito: il Vis Ariano non ci pensa due volte a romper gli schemi e si riporta in vantaggio grazie alla disastrosa gestione difensiva della palla regalandosi il 2-1. La gioia ospite dura poco: il nuovo rigore guadagnato dal Saviano porta stavolta sul dischetto Ascione che prima si lascia ipnotizzare anche lui da Mazzone ma sulla ribattuta il n. 11 non sbaglia per la doppietta personale. Gli ospiti potrebbero trovare il colpaccio con Jonathan ma è il Saviano ancora più sfortunato un minuto dopo quando deve arrendersi al palo preso a tempo quasi scaduto. Poco male per gli ospiti che sull’angolo finale trova il tris grazie all’inserimento di Cavotta che accende il sogno degli avellinesi e spegne definitivamente gli ardori neroverdi chiudendo così una gara ricca di goal e di errori.

Il tabellino:
SAVIANO 1960 – VIS ARIANO 1946 2-3
SAVIANO 1960: Bardet de Villanova, Trinchese [2001], Incarnato, Rivitti, Notaro, Zoppino, De Stefano [2000], Relli, Auricchio, Marulli [1999], Ascione. A disposizione: Pelliccio, S. Falco, Iovino [2000], Montagnolo, F. Ambrosino [2001], Vitale [1999], Sepe, Lucignano, N. Falco. Allenatore: Minichini.
VIS ARIANO 1946: Mazzone, Galasso [2000], La Porta [2001], Barbuto, Lo Conte, Savarese, Cavotta, Luzzi, Capodilupo, Bernardo, Margarit [1999]. A disposizione: Ragazzo, Celentano, Giuliani [2001], Jonathan, Barbieri [2001], Purcaro, Miano [2000]. Allenatore: Fasano.
ARBITRO: Coscarelli (Salerno). ASSISTENTI: Sorriso (Frattamaggiore) e Gaeta (Nocera Inferiore).

 

Tags

Nicola D'Ambrosio

Giornalista, laureato in giurisprudenza e calciofilo per natura. Beppe Viola e Gianni Brera i miei modelli :)

Articoli correlati

Close