PromozioneVN Calcio

Saviano 1960 – Domenica mattina arriva l’ F.C. Avellino

Un test importante per verificare le ambizioni neroverdi

 

Domenica 22 Settembre, alle ore 11, il “Peppino Pierro” di Saviano sarà teatro della sfida tra i padroni di casa e l’F.C. Avellino. Per la truppa di mister Minichini affrontare gli irpini significa mettersi alla prova con una formazione nobile del girone C del campionato di Promozione.

L’ F.C. Avellino la passata stagione ha concluso il suo campionato al 3° posto. I punti guadagnati sono stati 58 in 30 gare disputate, frutto di 16 vittorie, 10 pareggi e sole 4 sconfitte. Il rendimento in trasferta nella stagione 2018/19 ha visto gli irpini vincere 6 gare e pareggiarne 6, le sconfitte sono state 3. I biancoverdi hanno disputato anche i playoff cedendo solo in finale alla Pol. Lioni col punteggio di 1-0.

Sicuramente sarà una gara interessante: la rassicurante vittoria di Montoro e i tre punti conquistati al fotofinish contro il Carotenuto hanno motivato l’ambiente savianese, desideroso di confermarsi e, se possibile, di far meglio rispetto alla precedente stagione.

Un avversario di tutto rispetto per il Saviano: in questa stagione, l’F.C. Avellino ha raccolto 4 punti nelle prime due gare: 3-0 al Montoro, in casa, alla prima giornata e lo 0-0 di Marzano alla seconda. Occhio ad Andrew Ruta, top scorer ospite, autore delle uniche tre reti degli irpini in questo campionato.

La direzione di gara è stata affidata a Raffaele De Martino della sezione di Nocera Inferiore, assistito da Luca Arcella della sezione di Frattamaggiore e Andrea Mallardo della sezione di Napoli.

Se i primi 6 punti sono stati conquistati, meritatamente, contro due neopromosse, ora è giunto il momento di mettere in campo tutta la voglia di far bene e di confermare le ambizioni di inizio campionato.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close