Serie DVN Calcio

Sarnese – Raccolto un buon punto a Nardò

Nella trasferta pugliese, tanta sofferenza e zero reti

 

Tra Nardò e Sarnese regna il segno X. Una partita godibile pur essendo terminata a reti bianche. Smacco per i padroni di casa, i quali hanno collezionato più e più occasioni.

Il Nardò in avvio scalda i motori con la conclusione di Prinari che trova la parata senza affanni di Mennella.

10′ più tardi ancora i padroni di casa vicini al vantaggio: bella combinazione con la sfera che giunge a Bertacchi, il quale conclude di prima intenzione non trovando la rete per una manciata di centimetri.

I granata del Nardò si affidano ai calci da fermo: con Benvenga che non impensierisce il portiere ospite e successivamente con Molinari che non inquadra lo specchio della porta.

Sugli sviluppi di un corner, batti e ribatti in area di rigore con la palla che giunge sul sinistro di Cassano, libera la difesa della Sarnese.

Allo scadere della prima frazione, occasione ancora una volta in favore dei locali, la conclusione volante di Molinari però è centrale.

Nei secondi 45′ il canovaccio della partita non cambia, con i padroni di casa alla costante ricerca del vantaggio.

La Sarnese deve ringraziare il proprio portiere Mennella al 79′ quando Molinari, da ottima posizione, conclude trovando la bella risposta del portiere ospite, sul susseguirsi dell’azione, Senè scodella al centro un cross buono per il colpo di testa di Prinari, manca però la dovuta precisione, con il pallone che si perde sul fondo.

E’ l’ultimo sussulto di questa sfida. Un pareggio che sta stretto ai locali, consapevoli di aver creato tanto da conquistare più di un solo punto. Per la Sarnese una gara da trincea: pochissime le occasioni annotate in favore dei campani che ritornano alla base con un buon punto in più in graduatoria.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Close