CittàCronacaVN Notizie

Sant’Antimo – Bullizzavano un loro compagno: arrestati tre minori.

Il più delle volte gli episodi di bullismo vengono scoperti quasi per caso. Non è mai la vittima a denunciare il sopruso proprio perché psicologicamente provato è troppo spesso impaurito dalle conseguenze che potrebbe provocare una confessione.

La vittima di questa nuova storia di bullismo era rimasta in silenzio. A scoprire il terribile calvario che viveva da mesi è stato il fratello, guardando per caso nel suo cellulare. Video in cui il minore veniva preso a sputi, urinato addosso, deriso, offeso, toccato nelle parti intime tra il fragore di risate difficili da dimenticare.

Episodi risalenti a marzo scorso che questa mattina hanno portato all’arresto di tre ragazzi da parte Carabinieri della Tenenza di Sant’ Antimo che hanno eseguito due ordinanze di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emesse dal Tribunale di Napoli Nord e dal Tribunale per i Minorenni di Napoli su richiesta delle rispettive Procure.
I tre giovani indagati (uno dei quali minorenne all’epoca dei fatti) sono gravemente indiziati, in concorso tra loro e a vario titolo, di atti persecutori e violenza sessuale di gruppo in danno di un minore, con l’aggravante di aver agito approfittando della debolezza psichica e del ritardo cognitivo della vittima.

Dopo la denuncia da parte dei genitori del ragazzo L’attività di indagine ha permesso di raccogliere diversi elementi nei confronti dei tre indagati, compagni di scuola della vittima che, con ripetute aggressioni fisiche.

Aggressioni ripetute seppur in forma diversa dai familiari dei ragazzi nei confronti dei genitori della vittima dopo aver saputo della denuncia contro i loro figli.

Articoli correlati

Back to top button