EccellenzaVN Calcio

San Marzano – Pareggio beffa al 93°

Contro la ReggioMediterranea finisce 1-1

Il primo round delle semifinali playoff nazionali tra San Marzano e ReggioMediterranea termina con un pareggio. Al “Pasquale Novi” di Angri, per il turno di andata, blaugrana e calabresi non vanno oltre l’1-1.

E’ stata una partita combattuta, ben disputata da ambo le squadre. Per i padroni di casa, oggi in maglia bianca di cortesia, il rammarico di non aver concretizzato le numerose occasioni da rete. La compagine di Reggio Calabria, grazie alla rete di Lancioni al 93°, mantiene vive le speranze in vista della gara di ritorno.

Sfida subito viva. Al 6°, Camara sguscia via sulla sinistra. La palla arriva a Lettieri che calcia a colpo sicuro, salvataggio provvidenziale di Cordova. Dopo 90’’, Patrizio Caso ci prova con una botta dalla distanza. Morabito vola e smanaccia in angolo.

Il San Marzano spinge. Al 14° azione personale di Matute che sfiora il vantaggio con il destro. 5’ più tardi arriva il punto che sblocca la contesa. Da angolo, Marotta pesca Chiariello che di testa supera Morabito per l’1-0 locale. Il team di San Marzano sul Sarno non è domo: al 25°, La Montagna maledice la bravura di Morabito. Punizione ben calciata dal 7 di casa, disinnescata in grande stile dall’estremo ospite classe 2001.

Pochi minuti dopo la mezz’ora si fa vedere la ReggioMediterranea. Al 31° con il colpo in spaccata di Pesce e successivamente, al 34°, con la grossa chance sciupata da Puntoriere. Ancora Reggio in attacco al 36°: Gonzalez non centra lo specchio della porta. Risponde il San Marzano al 38°, il solito Fodè Camara semina il panico e serve Marotta che spreca così il punto dell’eventuale raddoppio.

Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-0 in favore dei locali. Nella ripresa, partenza sprint del San Marzano. Al 50°, Marotta ci prova da fermo da posizione defilata. Morabito non si lascia sorprendere. Un giro di lancette dopo, Meloni, col destro, per poco non spacca la traversa.

Insiste la compagine in maglia bianca. Al 54°, gol annullato a Marotta dopo la conclusione di capitan Lettieri. Al 58° si rivede la ReggioMediterranea con un affondo sulla destra di Lancioni, Caso allontana la minaccia.

I ritmi calano, si arriva al 67°. Azione rocambolesca della formazione salernitana: Fodè Camara è inarrestabile ed apparecchia al centro. Tranchino, Meloni ed infine La Montagna non riescono a scalfire la retroguardia calabra. La risposta ospite al 73° con il tiro improvviso di Dalloro che termina lontano dalla porta di Palladino. Capovolgimento di fronte al 75° ma il subentrato Spinola, in area di rigore, manda alto sopra la traversa.

Nel finale cresce la truppa di mister Misiti. Al minuto 83, Puntoriere corre veloce sulla sinistra. La palla è in direzione Pesce che calcia ma Chiariello si immola, salvando i suoi. Nel cuore dei 5’ di recupero però, la ReggioMediterranea va a segno, siglando il punto del pareggio. Azione fotocopia al 93°, Puntoriere trova Lancioni che fredda Palladino grazie ad un sinistro violento e preciso per il punto del definitivo 1-1. Questa bella sfida termina qui.

Tutto rimandato alla gara di ritorno. Tra 7 giorni in quel di Reggio Calabria, tra le mura dello stadio “Parco Longhi Bovetto”. Ci sono gli ingredienti giusti per assistere ad una bella partita: in palio c’è la finale playoff nazionali, forse contro l’Angri.

Articoli correlati

Back to top button
error: Questo contenuto è protetto