Cronaca

Salerno – Contrabbandavano Tle. 4 arresti, coinvolti due finanzieri

Contrabbando di sigarette al porto di Salerno. Punto di approdo per container carichi di tabacchi esteri, che arrivano in Italia per rifornire il vasto mercato partenopeo e campano in genere.

I militari del nucleo di polizia tributaria di Napoli e del Gruppo di Salerno, con la coordinazione della Dda salernitana, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di quattro soggetti, per i quali sono scattati gli arresti domiciliari con l’accusa di contrabbando di sigarette. Avrebbero preso parte ad operazioni di importazione dei tabacchi all’interno dello scalo portuale salernitano.

Le indagini sono state attivate da un’altra inchiesta della procura di Napoli, che indagava su alcuni clan di camorra partenopea, che trafficavano stupefacenti con l’America latina e la Spagna. Gli inquirenti avrebbero appurato la partecipazione attiva di tre soggetti che operavano all’interno dello scalo marittimo, nelle operazioni di introduzione di notevoli quantitativi di sigarette sul territorio nazionale. I tre avrebbero ricevuto la collaborazione di due finanzieri nella gestione di due distinte operazioni.

La prima, avvenuta il 31 dicembre del 2013, fu intercettata dai militari del Gico di Napoli, e portò al sequestro di 7 tonnellate di Tle per un valore di oltre un milione di euro. Le sigarette erano state occultate in un container proveniente dagli Emirati Arabi, sotto copertura di un carico di cartoni di carta assorbente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close