Cronaca

Caserta – Promettevano posti di lavoro, due arresti

Si facevano consegnare somme di denaro promettendo posti di lavoro e contributi statali per la ristrutturazione di fabbricati rurali. Accuse che hanno portato all’arresto di un ex dipendente postale e di un geometra, dopo alcune denunce che ne avevano segnalato le estorsioni ai danni di numerose persone.

L’inchiesta portata avanti dalle fiamme gialle di Piedimonte Matese, ha avuto come seguito una verifica fiscale, che ha recuperato a tassazione oltre 200mila euro di proventi illeciti.

Intercettazioni telefoniche e ambientali, permettevano di ricostruire l’attività truffaldina con l’arresto in flagranza di reato del geometra, mentre l’ex dipendente postale finiva ai domiciliari, con le accuse di millantato credito e truffa.

Importante la collaborazione di una delle vittime che si prestava ad accettare le pretese estorsive consegnando delle banconote, in precedenza fotocopiate, ad uno degli indagati. Lo scambio avveniva in un bar di Alife, dove microspie e intercettazioni ambientali attestavano il consumo della truffa.

Almeno quaranta le persone truffate dai due malfattori, che promettevano un posto da impiegato a 15mila euro, e quello di usciere a 8 mila euro. Attività truffaldina interrotta dai finanzieri grazie alla collaboratori di cittadini onesti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close