EccellenzaVN Calcio

Palmese – Termina a reti bianche la sfida con il San Vito Positano

Tra le mura di casa, i rossoneri non vanno oltre il segno X

Al Comunale di Palma Campania è andata in scena la sfida di campionato tra Palmese e San Vito Positano. Al triplice fischio il risultato è di zero a zero.

Una partita dal doppio volto, specie per i padroni di casa, protagonisti di un primo tempo non all’altezza e di un secondo dove, forse, mancava solo la ciliegina sulla torta, il gol.

La Palmese sin da subito ha avuto qualcosa da recriminare, visto l’infortunio last minute di La Montagna, sostituito nell’undici iniziale da Cavallini; da segnalare anche l’esordio dal primo minuto per il nuovo acquisto Carnicelli.

Ed è proprio il neo rossonero a mettersi in mostra nelle primissime battute di questa partita, con una conclusione ribattuta da un difensore.

Per i successivi 15′ gioco spezzettato, contornato da tanto agonismo che impegna non poco il signor Pezzopane della sezione di L’Aquila, pronto nell’estrarre cartellini quando necessario.

Il San Vito Positano, nella seconda parte del primo tempo, si fa vedere con convinzione e pericolosità dalle parti di Ferrieri.

Al 25′ bello scambio al limite dell’area tra Longobardi e Porzio, il fantasista giallorosso a tu per tu con Ferrieri, spara incredibilmente alto.

Un giro di lancette più tardi ancora gli ospiti in attacco con un’azione insistita di Longobardi, la potente punta ci prova con una mezza girata che però viene smorzata.

La mancanza di filtro a centrocampo non permette alla Palmese di imbastire azioni offensive degne di nota, al 38′ però Fragiello, servito da una sponda volante di Carnicelli, si trova al posto giusto nel momento giusto ma la sua conclusione è neutralizzata da Belviso.

La risposta degli ospiti arriva al 40′ con una conclusione da fuori di Porzio, deviata in angolo da Ferrieri.

Dopo 2′ di recupero, il primo tempo termina 0-0

Il secondo tempo vede la Palmese cercare la via del vantaggio con molta più voglia rispetto alla prima frazione. Nonostante ciò, la partita resta sui binari dell’equilibrio tattico.

Al 63′, i padroni di casa maledicono la sfortuna quando in 30” colpiscono per ben due volte il legno con bomber Fragiello: il numero nove rossonero prima, su cross di Paradiso, colpisce il palo alla sinistra di Belviso, poi su suggerimento di Salvato, colpisce la traversa a portiere battuto.

Questa doppia ghiottissima occasione rinsavisce i locali, ne è l’esempio la sgroppata di Paradiso al 65′ ; un autentico coast to coast partito dalla difesa e terminato con una conclusione facile da parare per Belviso.

Al 66′ gli ospiti non approfittano dell’errore di Cavallini, Longobardi ruba la sfera ma non riesce a trafiggere l’estremo difensore di casa.

Al 73′ il subentrato Altea potrebbe portare in vantaggio i suoi: ben posizionato in area di rigore, riceve un buon pallone dalla sinistra ma sciupa tutto mandando la sfera in tribuna.

La sfida prosegue senza sussulti tra cambi, cartellini gialli e calci d’angolo senza esito.

Al termine dei 5′ di recupero, il signor Pezzopane fischia tre volte.

Un punto a testa per queste due formazioni. Un risultato giusto vista la mole di gioco espressa dalle due compagini nelle due frazioni, la prima marcata San Vito Positano e la seconda a chiare tinte rossonere.

 

 

IL TABELLINO

PALMESE – SAN VITO POSITANO   0-0

PALMESE: Ferrieri, Esposito, Grimaldi, Cavallini, Biancardi, La Marca, Carnicelli (70′ Altea), Paradiso (68′ Basile), Fragiello, Sibilli, Maresca (54′ Salvato); a disposizione: Di Maggio, Perrella, Tumolillo. All. Papa.

SAN VITO POSITANO: Belviso, Marino, Amita, Banco (67′ Ruocco), Vallefuoco, Terracciano, Natino (93′ Galasso), Esposito, Longobardi, Porzio (85′ Buonodonno), Farriciello (72′ Di Ruocco);  a disposizione: Di Leva, Langella, Del Sorbo. All. Attanasio.

AMMONITI: Biancardi (P), Paradiso (P), Banco (SV), Marino (SV), La Marca (P), Basile (P)

RECUPERO: 2′ e 5′

ARBITRO: Valerio Pezzopane di L’Aquila

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Close