EccellenzaVN Calcio

Palmese 1914 – Pareggio ad occhiali contro l’Eclanese

Al “Comunale” reti bianche per un punto a testa

 

Tra Palmese ed Eclanese a vincere è l’equilibrio. Lo 0-0 finale tutto sommato è il giusto risultato tra due squadre che, specie nel secondo tempo, non si sono fatte del male. E forse a vincere, nelle battute conclusive della sfida, è stata la paura. Continuare a far bene era di vitale importanza per le due compagini, separate in classifica alla vigilia da ben 14 punti. Le due formazioni allungano la propria striscia positiva, in vista delle ultime due gare in campionato.

Pronti via e dopo 50’’ ospiti in attacco: ghiotta l’opportunità capitata sul sinistro di Cataruozzolo, chiude bene il primo palo Cibelli che sventa la minaccia.

La risposta dei padroni di casa in due atti: al 5’ Esposito Lauri non centra l’obiettivo, al 7’ l’iniziativa partita dal settore di sinistra non ha sbocchi.

Gara da alti e bassi nei primi 45’, i 22 in campo vivono di fiammate.

Proprio come al 18’ quando il subentrato Carnicelli si esibisce in una bella rovesciata che viene prontamente neutralizzata da Napolitano.

Al 20’ è il giovane Russo, in forza all’Eclanese, a provarci senza successo.

Il classe 2001 ci riprova al 25’ ma la palla va alta.

Al 37’ Russo, per la Palmese, fa partire un cross dalla destra che viene smanacciato in maniera goffa da Napolitano, gli avanti rossoneri non ne approfittano.

Si chiude al duplice fischio del signor Piscopo della sezione di Frattamaggiore, la prima frazione di gara.

Il secondo tempo non è godibile quanto il primo. Le squadre giocano a ritmi blandi senza impensierire realmente le rispettive difese.

Le uniche azioni degne di nota vanno a referto al 52’, quando Garzone esplode un destro da fuori che termina sul fondo, e al 75’ con Farriciello, il suo tiro è di normale amministrazione per Napolitano.

La girandola dei cambi per ambo gli allenatori e qualche cartellino giallo scandiscono la restante parte della gara.

Al termine dei 3’ di recupero arriva il triplice fischio.

Poche emozioni al “Comunale”. Uno 0-0 che in fin dei conti può lasciar soddisfatti i tecnici.

Solo 180’ al termine delle ostilità in campionato: la salvezza della Palmese passa dal campo del Costa D’Amalfi e dal match in casa contro la Scafatese.

L’Eclanese sogna l’approdo ai playoff: Castel San Giorgio e la trasferta a San Vito Positano sono i banchi di prova finali.

 

 

IL TABELLINO

 

PALMESE 1914 – ECLANESE CALCIO 1932          0-0

 

PALMESE: Cibelli, Basile, Ricciolio (64’ Cardone), Coppola, M. Romano, Salvati (14’ Carnicelli (46’ Maresca)), Russo (77’ U. Romano), Ammaturo, Esposito Lauri, Farriciello, Adiletta; a disposizione: Mascolo, Manzo, Perrella, Lauri, Carrella. All. Sanchez

ECLANESE: Napolitano, Zullo, Calabrese, A. Russo, Capone, Grasso, Capossella (46’ Santosuosso), Garzone, Cataruozzolo (79’ Picozzi), Coppola, Orefice (72’ Verrilli); a disposizione: Bruno, Della Valle, Cerrato, Errico, Capocasale, Grillo. All. Martino

AMMONITI: Zullo (E), Calabrese (E), Cibelli (P), Russo (P)

RECUPERO: 1’ e 3’

ARBITRO: Vincenzo Piscopo di Frattamaggiore

ASS.1: Luigi Porcelli di Benevento

ASS.2: Gaetano Maria Gaeta di Nocera Inf.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close