EccellenzaVN Calcio

Palmese 1914 – Alla Pol. S. Maria Cilento la sfida d’alta quota

Rossoneri nervosi ed impacciati, i cilentani vincono 3-1

La Palmese cade in casa sotto i colpi della Polisportiva Santa Maria Cilento. Il match è stato ricco di emozioni: tanti gli episodi che hanno caratterizzato la storia di questo incontro, alcuni di questi davvero controversi. Al termine della contesa, la classifica vede i cilentani al comando con un vantaggio di 5 punti proprio sui rossoneri, quando restano da giocare 8 gare.

Il pubblico delle grandi occasioni ha affollato e colorato gli spalti del “Comunale” di Palma Campania. Nutrita anche la presenza del tifo ospite.

La gara è vibrante sin dalle prime battute. Pochi giri di lancette ed ecco gli ospiti cercare il vantaggio con un tiro dalla bandierina. In due non riescono a capitalizzare il cross di Capozzoli, Romano libera l’area.

Risponde la Palmese con la serpentina di Ciccone che va giù. L’azione prosegue, Olivieri crossa ma trova la respinta di Grieco. La sfera arriva ad Aracri che calcia debolmente.

Al 16’ punizione giocata corta, Aracri va al centro e pesca Petrarca che fallisce una ghiotta opportunità.

Petrarca ancora protagonista poco dopo quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, non riesce a deviare la palla in rete. Il tiro successivo non impensierisce Grieco.

Al 21’ Pellegrino spizza bene di testa a favorire la corsa di Capozzoli che entra in area e calcia. Santangelo con un bell’intervento spedisce in angolo.

Successivamente Pellegrino sveste i panni di assistman e tenta l’eurogol. Palla fuori bersaglio.

Si arriva così al primo episodio contestato di giornata. E’ il 28’ quando Mascolo gira al centro un pallone velenoso. Cozzolino si disinteressa, Ciccone invece si fionda sul pallone. La corsa del numero 7 è bruscamente interrotta dall’uscita di Grieco che manca la presa travolgendo avversario e compagno.

Accese le proteste locali ma per Schmid della sezione di Rovereto è tutto regolare.

Piove sul bagnato per la Palmese quando al 31’ Mascolo è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Fatale è stato un calcio di punizione, deviato pericolosamente dalla barriera sul fondo.

Al 33’ la Polisportiva passa in vantaggio. Contropiede magistrale dei giallorossi: Dentice cavalca la fascia destra e serve Capozzoli che vola verso la porta. Il dieci ospite serve un cioccolatino all’accorrente D’Angolo che prima trova la bella respinta di Santangelo, poi ribadisce in rete la palla dell’1-0.

Episodio da moviola, 2’ più tardi, anche per la Polisportiva. D’Angolo guadagna il fondo e crossa trovando la sospetta opposizione di Cioffi. Probabile tocco di mani del terzino sinistro Palmese. L’arbitro lascia giocare.

Al tramonto del primoo tempo, ecco il secondo caso da moviola in favore della Palmese. Il cross di Aracri trova il braccio di Fariello che anticipa così il tentativo a rete di Petrarca. Il direttore di gara Marco Schmid lascia giocare tra proteste di pubblico e calciatori. Alle immagini l’ardua sentenza.

Termina così la prima frazione. Nervi tesi ed animi bollenti all’intervallo.

Nella ripresa, la Palmese cerca subito il punto del pareggio. Al 3’, Cozzolino riceve e calcia, la sua conclusione è deviata in corner.

Ma è solo un fuoco di paglia. Tra l’incredulità generale, la Palmese subisce il raddoppio al 52’. Bell’azione dei giallorossi che in 4 tocchi portano Coulibaly alla conclusione. Il centrocampista non sbaglia la palla del 2-0.

Black out rossonero certificato al 56’. Della Torre concretizza la sgroppata di De Sio superando per la terza volta Santangelo. Palmese 0, Santa Maria Cilento 3.

La terza rete ospite è un duro colpo per la Palmese. Sporadiche e senza successo le azioni offensive dei rossoneri. Cioffi ci prova in due occasioni: prima non riesce ad approfittare della presa non salda di Grieco poi, ben servito da Cozzolino, manda fuori di testa.

C’è tempo per la rete della bandiera locale. Al 95’ Cozzolino va via a Paragano che lo stende in area. Il signor Schmid indica il dischetto. Aracri sigla il punto del definitivo 3-1.

Dopo 6’ di recupero termina questa sfida. Pol. S. Maria Cilento compatta e cinica, tre punti meritati per gli uomini di mister Pirozzi.

Episodi contrari a parte, la Palmese oggi è apparsa troppo frettolosa nelle giocate. La scelta di affidarsi ai lanci lunghi non ha portato i frutti sperati. C’è da riflettere e lavorare in settimana per gli uomini di mister Sanchez in vista della prossima gara, in trasferta contro il Faiano.

 

 

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds