EventiMusicaVN Cultura

Palma Campania, Tre Allegri Ragazzi Morti per Ecosuoni 2021

È un live dal sapore di ripresa, seppur in versione ridotta, quello caratterizzante l’edizione 2021 di Ecosuoni, tornato ad animare l’estate di Palma Campania, ancora per un anno nel segno della promozione e della valorizzazione del talento giovanile in musica, con spazio d’interesse riservato alla battaglia green, da anni baricentro delle attività promosse dal Festival, non a caso per anni ospitato presso l’isola ecologica cittadina.

Una cornice diversa, un format diverso per il ritorno sulla scena. Il 2021 è l’anno del palco in piazza mercato, degli accessi contingentati, della formula ristretta nelle possibilità di pubblico per garantire posti a sedere in ottica di distanziamento sociale necessario.

Un Festival sicuramente diverso da quello che appassionati e non, che da anni arrivano a Palma Campania per Ecosuoni, hanno imparato a conoscere.

Il sapore della ripartenza nelle oltre due ore di live, battesimo del palco al progetto Azul, nato nel 2019 dalla collaborazione tra Marilena Vitale e Dario Di Pietro, poi arricchito con la partecipazione di Enrico Valanzuolo e Riccardo Scjmitt. Ognuno con un trascorso nei progetti di punta della scena partenopea, percorsi differenti che hanno trovato baricentro nella proiezione verso la world music, nella sfida raccolta della contaminazione, del suono ma anche delle culture che oggi costituiscono l’asse portante del progetto in musica.

Headliner del 2021 i Tre Allegri Ragazzi Morti, ed il viaggio è servito. Oltre un quarto di secolo per la band capitanata da Davide Toffolo,tra i protagonisti dell’ultimo Festival di Sanremo con gli Extraliscio, per la formazione di Pordenone il 2021 è l’anno degli anniversari importanti, 20 gli anni trascorsi dalla pubblicazione de “La Testa indipendente”, due decenni per riaffermare lo spazio delle possibilità in musica, continuando a sperimentare le nuove possibilità del suono, con un attitudine spiccata, ed Ecosuoni lo dimostra, per la dimensione live.

E per una sera Palma Campania torna a suonare, sognando il ritorno del grande pubblico in città, senza restrizioni, con la possibilità di assaporare appieno gli spazi d’aggregazione legati ai grandi eventi.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto