Cronaca

Nola – Siad, si lavora per l’adeguamento

Strumento di intervento comunale dell’apparato distributivo da adeguare alla legge regionale 1 del 2014. Il Siad adottato dal comune di Nola il 6 maggio 2004, si basava sulle legge regionale 1 del 2000, ed è da adeguare e pertanto l’assessorato alle attività produttive, Michele Cutolo,  ha proposto agli uffici di attivare le procedure necessarie per rendere in linea il Siad alla nuova normativa. L’ Adeguamento delle discipline commerciali alla legge regionale 1 del 2014 è un obbligo per i comuni campani che avrebbero dovuto rivedere i piani commercio locali. Libera concorrenza, circolazione di merci e servizi, secondo la disciplina dell’Unione Europea, che regola l’apertura di nuovi esercizi commerciali, anche grandi e medie strutture, salvaguardia dei centri storici, la tutela del cittadino consumatore.

Le associazioni dei commercianti e l’Aicast in particolare, avevano chiesto al sindaco e all’ente di verificare se il piano commercio era stato adeguato. Un incontro che non aveva chiarito molto, tanto da indurre l’associazione a scrivere alla Regione. Nel maggio di quest’anno l’istanza è stata inviata a Napoli, e dopo quattro mesi l’ente regionale ha richiesto informazioni e chiarificazioni al comune nolano e al sindaco.

Il mancato adeguamento, poteva indurre la regione ad inviare un commissario per  espletare le pratiche di adeguamento alla normativa.  Adesso la proposta di delibera che affida al dirigente del settore attività produttive e Suap, di individuare un professionista con esperienza nel settore commercio, per predisporre il Siad all’adeguamento imposto dalla legge regionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto