EventiVN Cultura

Nola – “Sguardi dal campanile per educare lo sguardo”

“Comprendere l’importanza di custodire e comunicare uno sguardo di fede sul territorio” sottotitolo e filo conduttore delle Tre Giornate dell’Avvenire e del Sovvenire, promosse dall’Ufficio per le comunicazioni sociali della diocesi di Nola, in collaborazione con il Servizio diocesano per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica.

Tre tappe, una per ogni Zona pastorale, con partenza da Nola ed arrivo a Scafati, passando per Brusciano, con obiettivo allargare l’orizzonte della discussione sul rapporto tra territorio, parrocchie, un discorso di fede da mettere in relazione alla praticità delle situazioni con cui ci si confronta nel rapporto diretto con le criticità quotidiane che vengono dalla vasta area ed oltre.

Il discorso della fede, la condivisione, il punto di vista della comunicazione e del sostegno economico al centro del primo incontro, ospitato presso il Seminario Vescovile di Nola, scandito dagli interventi di Mimmo Muolo dell’Avvenire e Stefano Gasseri, del servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica.

Due diverse prospettive per presentare l’importanza dell’impegno nell’ottica della comunione, della corresponsabilità, della perequazione, della solidarietà, della trasparenza e della libertà. Parole che rimandano ai valori alla base del Sovvenire, strumento che consente la conservazione di uno sguardo di fede poi anche da comunicare.

Promozione, comunicazione, trasparenza gli elementi del dibattito promosso da Gasseri, discorso di comunità allargata che permette la complessiva crescita attraverso l’impegno individuale che non può però rimanere fine a se stesso. Il senso del dare per un più ampio raggio d’azione, anche in termini di risorse, che non naviga lontano, per contenuto, dal discorso della fede.

Un primo appuntamento che è stato anche occasione per aprire gli orizzonti sulla zona pastorale, occasione per scoprire la straordinarietà del territorio, raccontato attraverso gli scatti contenuti nella mostra “Sguardi dal campanile” di Rosario Spanò.

Articoli correlati

Close
Close