CronacaVN Notizie

Nola – Serrande abbassate alle 18 a Nola

Stop alle attività commerciali come previsto dal nuovo decreto

Le misure ormai sono note, esplicate dal premier Conte nella conferenza stampa del lunedì sera: il Coronavirus richiede provvedimenti più severi e la cosiddetta “zona rossa” è stata di fatto annullata estendendo a tutto il teritorio nazionale le restrizioni vigenti.

STOP ALLE ATTIVITA’ COMMERCIALI

Tra quelle più delicate da attuare, lo stop alle attività commerciali che possono al massimo esercitare come orario d’apertura dalle 6 del mattino fino alle 18, restrizioni che esclude il lavoro “a porte chiuse”, quindi col negozio non ancora aperto al pubblico, e le consegne a domicilio che in ogni caso non sono esplicitamente vietate.

Ne consegue un quadro che fino al 3 aprile presenta scene quasi da città fantasma, con le serrande che a Nola calano con l’approssimarsi della sera concretizzando una sorta di coprifuoco reso necessario dalla temibile diffusione del Covid-19. Restrizioni che riguardano anche i movimenti delle persone, liberi nel proprio Comune di residenza ma obbligati a munirsi di autocertificazione con motivi validi per giustificare lo spostamento.

Periodo di restrizioni sociali che si ripercuotono, inevitabilmente, sull’economia cittadina e sulle piccole e medie imprese, mentre il governo è al lavoro per concretizzare degli ammortizzatori fiscali da attuare in virtù dell’emergenza sanitaria straordinaria, il primo risultato di queste misure è confortante: su scala nazionale, il numero di nuovi contagi ufficializzato poche ore fa si è ridotto del 300% rispetto al trend degli ultimi giorni.

Segnale che unendo le forze e rispettando le normative, per quanto dolorose, si può riuscire a contenere il Coronavirus.

Tags

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close