PoliticaVN Notizie

Nola – Regi lagni e fogne via S. Gennaro: discussione aperta

Sono passati pochi giorni a Nola, dalla protesta messa in atto dal Comitato Civico Regi Lagni, in strada per testimoniare il proprio dissenso rispetto a criticità di vecchia data, con arco temporale ventennale, relative ai continui straripamenti dei Regi Lagni in diversi punti critici del territorio cittadino, con conseguenze in termini nono solo di disagi, ma anche di rischio per la sicurezza della cittadinanza.

Cosa nota, lo scenario che accompagna l’esondazione dell’Alveo Quindici nei pressi del Rione Poverelli, con l’acqua pronta ad invadere anche le abitazioni in prossimità del corso d’acqua, cosa nota gli allagamenti in prossimità della zona cimitero, protagonisti anche nella due giorni del 1 e 2 novembre, con evidenti difficoltà per i cittadini di raggiungere il sito in virtù delle arterie praticamente bloccate dall’acqua.

Ed è cosa nota anche quanto succede in via San Gennaro, importante asse viario in condizioni di degrado, in cui è consuetudine quasi l’invasione dell’acqua in occasione di piogge, anche di discrete intensità, dovute a criticità legate al collettore fognario.

E sono questi i temi su cui ci si continua a confrontare in Regione Campania, secondo appuntamento, quello mattutino, per la Commissione Ambiente presieduta da Gennaro Oliviero, occasione per proseguire nell’opera di messa a conoscenza circa la situazione complessiva, di tutti gli enti coinvolti nelle attività di controllo delle aree in questione. Nuova presenza al tavolo mattutino, con il neo Direttore Generale dell’Ente Idrico Campano, Vincenzo Belgiorno, che ha anticipato rispetto alla presa in carico della questione.

Dall’informazione all’operatività non sembra di breve gittata il corso da seguire. Restano i dubbi per i comitati del territorio

Articoli correlati

Close