Cronaca

Nola – Quote rosa, si attende la decisione del Difensore Civico

Si resta in attesa della decisione del Difensore Civico, al termine dell’ultimatum imposto al sindaco Biancardi, per l’adeguamento alla rappresentanza di genere nella sua Giunta, in base alla legge 56/2014. 30 giorni di tempo per ristabilire le giuste percentuali di rappresentanza di genere. Quel 40% che in una Giunta a sette, escluso il sindaco, prevede la presenza di tre donne. In un mese non si sono verificate azioni da parte dell’esecutivo, alle prese con blocchi di posizioni, rifiuti ad uscire fuori dalla politica attiva, da parte di ogni assessore ”nominato” per essere escluso. Non si tratta di una situazione facile, con la Giunta che qualche settimana fa aveva annunciato una modifica statutaria, per la riduzione del numero dei componenti. La consigliera di opposizione Maria Franca Tripaldi, che aveva sollecitato la diffida del Difensore Civico, chiederà di sapere le azioni che saranno intraprese, visto che in un mese nulla è cambiato.

Attualmente l’esecutivo Biancardi è composto da sette assessori. De Lucia, Trinchese, Manzo, Cutolo, De Luca, De Stefano, tutti di Forza Italia e dall’unico esterno Parisi di riferimento alla civica ”Uniti per il territorio”.

La ricerca di un ”volontario” appare difficile, in un esecutivo dove già sarebbero in atto rotazioni di deleghe. Nessuno degli uomini presenti vuole lasciare, e se non si troverà una soluzione, ci penserà il commissario a ripristinare la parità di genere, escludendo e nominando.

Una partita tutta aperta che sicuramente lascerà sul campo scontenti, e nuove crepe nella maggioranza di governo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto