Cronaca

Nola – Quota rosa: ancora nessuna nomina, rischio diffida

Resta ancora in attesa di una soluzione la vicenda legata alla rappresentanza di genere nella giunta Biancardi a Nola. Dopo il commissariamento dell’Esecutivo, la nomina commissariale di un’assessore attraverso un bando pubblico e la revoca immediata, fatta nel pieno diritto dal sindaco, resta ancora da compensare la quota rosa in base alla legge 56 del 2014, che obbliga i comuni superiori ai 3000 abitanti a rispettare una rappresentanza di genere del 40%.

Ad oggi, al di là di incontri e confronti, la nomina del nuovo assessore non è stata ancora comunicata, e resta l’obbligo anche con l’attuale configurazione della giunta, formata da sei assessori oltre il sindaco. Necessaria la terza donna per ottemperare alla legge, oppure bisogna ridurre l’esecutivo di un rappresentante maschile, rientrando così nei parametri di legge con le attuali due donne.

Un confronto aperto che non dispone più di molto tempo, visto la necessità di ridare legalità all’Esecutivo evitando nuove diffide da parte del Difensore Civico e nuovi costi per la comunità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto