CronacaPolitica

Nola – Politica in viaggio verso un Biancardi-tris?

I numeri eleggono, i numeri governano, numeri che si sommano e sottraggono, determinando stabilità e incertezze. Numeri alleati e nemici di politici e politicanti, che affermano maggioranze e opposizioni, che assegnano ruoli, deleghe e gestioni, che dovrebbero permettere di governare le comunità, attraverso linee politiche da tracciare per l’azione di dirigenti e settori. In tutta questa logica la variabile umana rompe equilibri e certezze, attivando procedure e crisi che negli anni, hanno rallentato lo sviluppo di molte comunità. Nola non sembrerebbe essere risparmiata da queste ”procedure” politiche che alterano, nel corso del tempo, quanto espresso dai cittadini con il voto. Chi ha votato contro l’attuale governo cittadino si ritrova consiglieri che, per rispettabilissime scelte, tengono il numero legale in un Consiglio, ad una maggioranza dai numeri minimi, che soffre ad ogni convocazione consiliare.
E proprio il sostegno venuto dal gruppo di Ncd avrebbe generato confusione, l’ennesima, tra i consiglieri intorno al sindaco Biancardi; un disorientamento che avrebbe portato a chiedere chiarimenti al sindaco, attivando una profonda riflessione interna alla coalizione maggioritaria. Lo scossone generato dal sostegno indiretto di Parisi, Scala e Vecchione, avrebbe posto in guardia l’intera squadra amministrativa, che ormai viaggia verso il prossimo autunno e la scadenza di metà mandato. Sul tavolo del futuro confronto, la rimodulazione delle deleghe che potrebbe prevedere uno scambio tra De Lucia e Trinchese nella gestione dei Lavori Pubblici. Sull’esecutivo pesa anche la questione quota rosa non ancora affrontata e risolta, malgrado la diffida prefettizia. Il mancato rispetto di probabili accordi, fatti all’atto dell’insediamento, potrebbe anche generare una rottura insanabile, che potrebbe culminare nella fine del Biancardi-Bis. E se tutto questo fosse voluto? Una variabile alla logica dei numeri da valutare: infatti se dovesse avvenire una sfiducia del sindaco, prima della scadenza dei 2 anni, sei mesi e 1 giorno, prevista per gennaio 2017, Biancardi potrebbe ricandidarsi per la terza volta nella primavera del prossimo anno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto