PoliticaVN Notizie

Nola – Mercato Piazza d’Armi: slitta il riordino dell’area

NOLA – Attesa per lo scorso mercoledì 11 aprile, slitta ancora di una settimana l’applicazione del nuovo regolamento relativo alla gestione dell’area mercatale di Piazza d’Armi a Nola, piano predisposto dall’amministrazione comunale e finalizzato ad una più ordinata e funzionale gestione degli spazi, con divisione dell’area complessiva per settori merceologici, e ad un maggior monitoraggio dello svolgimento delle attività, con atteso incremento di controlli ad opera della polizia locale nolana.

Uno slittamento dettato, così come per la scorsa settimana, dalle avverse condizioni meteo che hanno compromesso il completamento della segnaletica afferente alle postazioni destinate al commercio; 311 gli stalli complessivi previsti nel piano, di cui ben 295 attualmente già assegnati, con ordine preciso di sistemazione nel compattamento delle zone riservate ad Alimentari, prodotti ittici e piante, con la parte interna destinata ai rimanenti e più svariati settori merceologici, dall’abbigliamento alle calzature, dall’oggettistica all’arredamento e beni per la casa. Doppia postazione anche per i servizi igienici, una mancanza importante che viene colmata con il nuovo piano anche e sopratutto in funzione dell’attrattività dettata dalla varietà di offerta, con numeri ancora importanti di affluenza al mercato di piazza d’armi

Obiettivo puntato sul sereno svolgimento delle attività a partire da una ordinata pianificazione, spazio d’attenzione anche alla circolazione stradale, con l’attraversamento a senso unico della piazza per le auto, con un’arteria lasciata libera esclusivamente ad utilizzo dei mezzi autorizzati all’accesso.

Un’organizzazione complessiva sviluppata non senza polemiche, con rivendicazioni sopratutto dai commercianti che da anni animano il mercato nolano. Nodo della questione, l’assegnazione degli spazi da occupare curata interamente dagli uffici comunali, che, secondo gli esercenti, non avrebbero tenuto conto delle proprie esigenze, principalmente a riguardo di postazioni che occupano da anni, e che sono divenute punto d’incontro fisso con la propria clientela. Uno spostamento che, dicono preoccupati i commercianti, potrebbe arrecare disagi sia alle vendite, che agli utenti abituali per uno stravolgimento di un assetto consolidato nel tempo.

Preoccupazioni che si dilatano nel tempo, neanche domani sarà la volta della nuova organizzazione. Nonostante la pubblicazione della sistemazione delle postazioni, tutto è rimandato alla prossima settimana. ancora per un mercoledì gli esercenti conserveranno il posto di sempre.

Articoli correlati

Close
Close