Cronaca

Nola – Mandatopoli, scattano i sequestri di beni per l’imprenditore coinvolto

Scattato il sequestro di beni per uno degli imprenditori coinvolto nello scandalo Mandatopoli a Nola: questa mattina, i Finanzieri del Comando Provinciale di Napoli, hanno sottoposto a sequestro i beni immobili e finanziari dell’imprenditori per 1 milione e 20mila euro circa.

Il sequestro, scaturito a seguito delle indagini partita nel novembre 2013, è scaturito dopo l’accertamento del collegamento dell’imprenditore al sistema fraudolento dei falsi mandati di pagamento, che aveva coinvolto altri quattro dipendenti del comune di Nola, destinatari proprio nel novembre scorso di misura cautelare.

I sequestri conservativi dell’abitazione e dei conti correnti sono stati disposti dal Tribunale di Nola ed eseguiti dalla Guardia di Finanza bruniana, per impedire la dispersione delle garanzie patrimoniali che dovranno ristorare l’Ente di Piazza Duomo dei danni subiti.

La misura di sequestro è scattata dopo lo smantellamento dell’organizzazione, con i quattro coinvolti che erano riusciti a sottrarre al Comune di Nola 1 milione e 300mila euro circa, dove il gruppo, in circa 10 anni, era riuscito ad emettere 43 falsi mandati di pagamento, relativi ad opere pubbliche mai realizzate; attraverso poi il pagamento dei succitati mandati, l’imprenditore redistribuiva l’ingente somma erogata tra gli altri coinvolti nella vicenda.

Con un’accurata ricostruzione dei Finanzieri di Nola, la verifica fiscale condotta nei confronti dell’imprenditore nolano ha accertato redditi sottratti a tassazione per un’ammontare superiore ai 2 milioni 200 mila euro, pertanto l’imprenditore, per questa condotta posta in essere dall’anno 2005, è stato deferito alla Procura di Nola per dichiarazione fraudolenta mediante l’uso di fatture di operazioni inesistenti ed omesso versamento dell’IVA.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close