Senza categoria

Nola – Mandatopoli, il Comune chiede il risarcimento

Dalle sentenze, alle condanne, alla richiesta di risarcimento. La vicenda Mandatopoli a Nola continua ad alimentare le cronache, con le tappe di un’inchiesta, che dopo la sentenza di appello e la conferma delle condanne, vede aprirsi anche il filone civile, con il comune nolano, parte civile nel procedimento, che intende recuperare il danno economico ricevuto. Per questo la giunta Biancardi ha dato incarico all’avvocato Prisco, di curare gli interessi dell’ente, proponendo nei confronti delle persone coinvolte nella vicenda, le azioni giudiziarie necessarie per ottenere il giusto risarcimento. A carico di De Sena e Ranieri il pagamento di una provvisionale di 50mila euro oltre al rimborso delle spese legali. A carico dell’imprenditore Mercogliano il pagamento di 200mila euro oltre le spese legali. Stesso discorso anche per gli altri cinque coinvolti, Broda, Basile, Scafuro, Montemurro e Castaldo, che sono stati condannati in applicazione dell’articolo 444 del codice di procedura penale.

Dunque risarcimento per un Ente che di recente si è costituito parte civile in un altro procedimento a carico di dipendenti, politici e imprenditori; procedimento in attesa di conoscere della decisione del giudice in merito al rinvio a giudizio degli indagati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close