CittàEconomiaNolaVN Notizie

Nola – Interporto, la Temi presenta il suo nuovo progetto: svolta green per GLS

Venti milioni di euro per un progetto green di altissimo rilievo e che renderà la struttura dell’interporto campano sempre più all’avanguardia e punto di riferimento per l’eco sistema industriale delle zone economiche speciali.

Progetto presentato questa mattina, nel centro congressi dell’interporto, dalla Temi Spa-Gls Napoli, società capofila del Gruppo Tavassi, che realizzerà un immobile di circa dodicimila metri quadri, realizzato su un’area di circa venticinquemila metri quadri, acquisita dall’azienda di cui è presidente Francesco Tavassi.

Operante da tre generazioni nella logistica distributiva, nei trasporti da e verso l’estero la a Temi Spa grazie all’investimento, di quasi venti milioni di euro, migliorerà la qualità dei servizi offerti agli imprenditori operanti nell’area CIS- Interporto Campano e in quelle circostanti. Il progetto prevederà anche la realizzazione nei prossimi anni di un raccordo ferroviario.

“Con questo nuovo insediamento nella area nolana, Temi Spa prevede un incremento, nei prossimi 3 anni, di 50 unità di risorse dirette e indirette, ha dichiarato Tavassi. Con la creazione dell’impianto nell’Interporto Campano di Nola, che sarà dotato di un terminale ferroviario dedicato, ci predisponiamo a diventare punto di riferimento per l’ecosistema industriale delle Zone Economiche Speciali, dove la precondizione per il successo sarà proprio lo sviluppo dei sistemi intermodali. Il nostro nuovo impianto, ha chiosato Tavassi sarà inoltre completamente ecosostenibile, progettato, unitamente ai tecnici dell’interporto di Nola, per la ottimizzazione dei consumi. In armonia con Gls, procede inoltre spedita la conversione della nostra flotta all’elettrico”.

Alla presentazione tra gli altri Claudio Ricci, amministratore delegato Interporto Campano Spa, Ferdinando Grimaldi, presidente C.I.S. Spa, e il vice sindaco del comune di Nola Giuseppe Tudisco.

Articoli correlati

Back to top button