VN Cultura

Nola – Giglio del Beccaio 2014, ancora un rinvio per lo scambio della bandiera

Giglio del Beccaio 2014. Continua ad essere rinviato lo scambio della bandiera tra il vecchio e il nuovo maestro di festa. Un ‘passaggio di consegne’ che non è ancora avvenuto a causa dei rinvii richiesti da Fabio Morisco, per problemi personali. Da sabato 2 a sabato 9, ma neanche oggi la cerimonia di scambio è avvenuta, generando profondo imbarazzo nella famiglia Grilletto e nell’intero comitato, che sono stati obbligati a trovare giustificazioni plausibili, nei confronti di numerosi ospiti, che erano stati invitati per partecipare al passaggio della bandiera. Un ciclo di festeggiamenti che non si è potuto concludere, e che ha costretto Franco Grilletto ad organizzare, fuori programma, una processione con la bandiera della corporazione del Beccaio, che ha reso omaggio ai santi Felice e Paolino.

Una storia piena di incognite iniziata con l’assegnazione alla famiglia Morisco che secondo calendario, sabato scorso doveva ricevere la bandiera da Franco Grilletto. Il rinvio di una settimana aveva fatto pensare ad una rinuncia di Morisco ed un affidamento informale a Lucio Franzese. Ma neanche questa soluzione ha prodotto risultati. Infatti è arrivata la seconda richiesta di rinvio; una telefonata alla famiglia Grilletto nella giornata di ieri ha annunciato l’ennesima difficoltà. Qualcuno avrebbe ipotizzato che la gestione del giglio sarebbe passata ad un Comitato in corso di formazione e alla paranza FT.

Interpellato, il presidente della Fondazione Raffaele Soprano, ha dichiarato di non essere a conoscenza di nulla. Il segretario  della Fondazione ha telefonato a Fabio Morisco che avrebbe confermato il suo impegno nella realizzazione del Giglio, con uno scambio previsto per la prima settimana di dicembre.

Un confermato interesse a fronte di due rinvii che alimentano dubbi e perplessità, lasciando intravedere problemi organizzativi che allungano i tempi e tengono ancora attivo il vecchio Comitato.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close