EconomiaVN Notizie

Nola – “Flop” per la Notte Bianca, amarezza per i commercianti

Flop per la Notte Bianca a Nola, un pastrocchio organizzativo che poteva essere evitato con la giusta dose di dialogo e pianificazione.

La manifestazione, organizzata dall’amministrazione comunale presieduta dal sindaco Gaetano Minieri in concordato con negozianti e Pro Loco, è da anni appuntamento fisso del calendario di eventi che accompagna la città bruniana verso l’Avvento.

Un’occasione per le spese dell’ultimo minuto e soprattutto ossigeno puro per i negozianti di Corso Tommaso Vitale e non solo, alle prese da un lato con il generale calo di vendite dovuto alla globalizzazione, ma anche con la perenne crisi di un ecosistema, quale quello del centro storico, che da anni fatica a riorganizzarsi e reinventarsi.

L’autogoal si concretizza a poche ore dal via della Notte Bianca, con le mancate comunicazioni organizzative tra l’Assessorato alla Cultura e quello all’Annona, presieduti dagli assessori Annalisa Sebastiani e Elvira Caccavale, da un lato, e i commercianti, dall’altro.

Commercianti dunque spiazzati da tale decisione, presa senza la repentina apertura di un tavolo di confronto tra le parti in causa, che sarebbe stato messo in campo sentendo solo una minima parte dei protagonisti di questa storia.

E ad aggravare la situazione ci ha pensato il caos generale del day-after. Nonostante non ci siano state comunicazioni ufficiali da parte degli assessorati in tal senso, alcuni dei commercianti, per rimediare alla perdita di chances ed evitare oltre al danno la beffa, in totale autonomia hanno deciso di aprire i propri negozi fino a tardi.

Una situazione di straordinarietà presa sottogamba e gestita pure peggio. Volendo andare oltre l’episodicità, a preoccupare i negozianti è la mancanza di dialogo ed organizzazione con le istituzioni e soprattutto gli assessorati di riferimento.

E a farne le spese è l’intero ciclo economico locale, che incassa una brutta spallata anche dal punto di vista dell’immagine, in un appuntamento che doveva e poteva essere parte di un più largo progetto di rilancio del commercio locale.

Tags

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close