PoliticaVN Notizie

Nola – Festa dei Gigli 2020: Attesa per gli aspiranti Maestri di Festa

Una festa che nasce quando muore, espressione che sintetizza oltre che la passione, la serie di momenti che scandiscono a Nola l’allestimento della Festa dei Gigli, rituale cittadino di passione e devozione al Santo Paolino che fa del percorso che porta al momento clou, quello della ballata, fiamma alimentatrice verso l’apice della tradizione popolare.

L’atto primo, passo numero uno verso l’allestimento della manifestazione complessiva, quello dell’assegnazione delle Macchine da Festa agli aspiranti Maestri, passaggio che si concretizza, come da tradizione allo scoccare della mezzanotte della domenica dedicata alla ballata, quest’anno attesa per il 30 giugno.

La notte della proclamazione, quella in cui diventa ufficiale l’assegnazione degli 8 gigli e della Barca, con attesa per l’ufficialità cominciata questa mattina a partire dalla consegna delle richieste. Furono 39 le domande presentate lo scorso anno, il primo dato che proietta verso il 2020 è quello del drastico calo degli aspiranti Maestri di Festa; 22 in totale le domande pervenute per i Gigli. Numeri più alti quelli relativi a Fabbro e Sarto, rispettivamente 7 e 5, 3 le domande consegnate per il Salumiere, 2 per Ortolano e Panettiere. Domande al vaglio per l’ufficiale assegnazione, che in caso di esito positivo potrebbe essere cosa fatta per Bettoliere, Beccaio e Calzolaio, in virtù delle singole domande presentate per l’ottenimento delle rispettive macchine da festa.

Adamo Concetta e Raffaele Cantalupo, rispettivamente nati nel  1922 e nel 1920, gli aspiranti assegnatari per la Barca 2020. Si attende ora il controllo delle domande, quando è già tempo di pensare alla Festa, quella entrata nel vivo, con l’orizzonte proiettato verso la fine che è inizio, per una città che vive nel segno dei simboli della propria identità storica e culturale.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close