CronacaVN Notizie

Nola – COVID, Minieri chiude strade e piazze a rischio assembramento

Lo aveva annunciato nelle scorse settimane, e con l’aumento dei casi COVID segnato dai bollettini degli ultimi giorni, a Nola il sindaco Gaetano Minieri chiude strade e piazze a rischio assembramento.

Dalle ore 18 alle 6 del mattino seguente infatti non sarà possibile radunarsi, stazionare o fermarsi in qualsiasi modo in dodici, tra strade e piazze, dislocate tra Nola centro e le frazioni di Piazzolla e Polvica.

Restrizioni che interesseranno per la gran parte il centro storico bruniano: piazza Duomo, piazza Immacolata e piazza Matteotti, via e piazza Giordano Bruno, piazza Clemenziano, piazza Marconi, piazza Collegio e piazza Principe Umberto.

Tutti luoghi a forte rischio assembramento, ed oltre il centro città, si aggiungono anche altre strade fortemente frequentate da giovani ed anziani luoghi di raduno e svago, come via Jacopone da Todi, via Palliola e via On. Francesco Napolitano. Per le frazioni, stop agli assembramenti in piazza Ferrari a Piazzolla, e al parco giochi Cortile di Polvica.

La misura partirà dal 12 novembre, e salvo proroghe durerà fino al 7 dicembre.

L’obiettivo è chiaro, il contenimento del contagio. Una misura estrema, che arriva dopo le tante denunce fatte registrare sui social, con tanto di foto e video recapitate alla fascia tricolore dagli abitanti delle zone interdette. Impossibile pattugliare con capillarità un territorio vasto e variegato come quello cittadino, difficoltà comune a livello nazionale per tutte le amministrazioni e forze di polizia.

La presenza lungo le strade chiuse sarà tollerata soltanto per giustificato motivo, per l’accesso ed il deflusso dagli esercizi commerciali presenti lungo le zone interdette, per il transito pedonale o stradale, o per il rientro presso la propria abitazione.

Nel frattempo, il nuovo bollettino del Centro Operativo comunale vede salire i numeri degli attualmente positivi in città, 566. Guarigioni che dopo l’impennata di settimana scorsa crescono lentamente e salgono a quota 468, 16 invece i decessi.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto