Cronaca

Nola – Contrabbando di gasolio, 5 arresti

Contrabbandavano carburanti e preparavano prodotti petroliferi in una raffineria abusiva. I finanzieri della Compagnia di Nola e di Casalnuovo, hanno arrestato cinque soggetti e sequestrato un capannone industriale adibito a raffineria e 17mila litri di gasolio illecitamente importato. Un’operazione maturata nell’ambito delle attività esercitate sul territorio e dall’anomalo flusso di camion ed automezzi, notato all’interno di un opificio situato nella zona industriale di Nola-Marigliano, che dall’esterno sembrava essere una semplice vetreria industriale. Il prodotto petrolifero di illecita importazione, veniva raffinato utilizzando una serie di attrezzature utili a miscelare i prodotti, e trasportato a domicilio tramite una cisterna dedicata, ai clienti più esigenti. Le fiamme gialle avrebbero rilevato che il prodotto petrolifero commercializzato, dal valore di 20mila euro, oltre ad essere di scarsa qualità e non corrispondente alla normativa nazionale, sarebbe risultato potenzialmente pericoloso perché generato attraverso la miscelazione di sostanze dannose per la meccanica degli automezzi. Dunque concorrenza sleale e rischio per la sicurezza dei cittadini. I militari, oltre a sequestrare l’intera struttura e il carburante, hanno arrestato quattro italiani e un bulgaro con l’accusa di commercio illecito di prodotti petroliferi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto