Politica

Nola – Consiglio tecnico e rottura in atto Biancardi-Trinchese

Un seduta di consiglio comunale tecnica che ha svolto i capi essenziali per l’inizio di una nuova consiliatura. Dalla convalida degli eletti, al giuramento del sindaco, all’elezione del presidente del Consiglio. Passaggi obbligati che sono stati effettuati da una maggioranza alle prese con tensioni interne confermate dall’assenza della super-consigliera Cinzia Trinchese, la più votata con quasi 2000 voti che sarebbe stata messa all’angolo dalle forze consiliari catalizzate intorno ad Enzo De Lucia, vice sindaco e assessore ai lavori pubblici uscente, secondo eletto e pronto a ricevere gli stessi incarichi, con almeno tre consiglieri in aula pronti a sostenere il loro consigliere capofila. Al posto di De Lucia in consiglio dovrebbe subentrare Pasquale Petillo. E con una maggioranza a 16 i quattro potrebbero condizionare la durata della vita amministrativa del Biancardi-bis.

Giochi di equilibrio per un’amministrazione che inizia facendo i conti con le ambizioni giustificate di chi ha contribuito, in maniera decisa, alla rielezione di Geremia Biancardi. Trinchese mirava ad ottenere la delega all’Urbanistica, ma accordi pre-elettorali l’avrebbero assicurata alla civica Centro Destra Nolano e ad un tecnico esterno probabilmente nella persona di Gianpaolo De Angelis. Una contrapposizione Trinchese-Biancardi che sarebbe sfociata anche in uno scontro verbale, e l’assenza dell’ex assessore ai Beni culturali confermerebbe la rottura in atto.

Dopo il giuramento del sindaco, la lunga relazione programmatica, che ha portato allo svuotamento dell’aula, tanto da richiedere la verifica del numero legale. Un programma che ha portato poche novità e molte speranze di ultimare quanto programmato nel primo quinquennio amministrativo.

L’assise ha votato come presidente Rino Barone con 14 voti, mentre la minoranza aveva dirottato le 9 preferenze su Emma Vecchione, mentre si astenuta sulla vicepresidenza che è andata a Giuseppina La Marca con 13 voti.

Sul fronte Giunta, detto di De Lucia vice sindaco con delega ai lavori pubblici, di De Angelis all’Urbanistica, al bilancio dovrebbe essere confermato Antonio Russo, a Luciano Parisi andrebbe la Polizia Municipale, a Mario Simonelli, rappresentante della lista Socialisti Riformisti Liberali, dovrebbe essere assegnata la delega alll’Ambiente, Michele Cutolo confermato alla Politiche sociali, mentre ai Beni Culturali ancora Cinzia Trinchese sé accetterà.

Ora il consiglio dovrà riunirsi per approvare il bilancio consuntivo, per il quale è in atto la diffida prefettizia notificata dal messo ai consiglieri. Atto fondamentale per la vita amministrativa che andava approvato entro il 30 aprile con termine prorogato al 30 giugno. Votazione che dovrebbe effettuarsi nella prima settimana di agosto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close