Politica

Nola – Caserma Principe Amedeo, votata la variante in Consiglio

L’approvazione della variante urbanistica all’area di piazza d’Armi e della Caserma Principe Amedeo, ha reso il clima incandescente e infuocato a Santa Chiara, sede consiliare provvisoria.

La proposta della Giunta, presentata in conferenza dal sindaco Biancardi, ha generato riflessioni e polemiche, con i commercianti a contestare la variante, chiedendo l’eliminazione della destinazione per attività commerciali. Uno scontro animato con le opposizioni a presentare un emendamento che chiedeva l’eliminazione dell’articolo 17 bis, facendosi da portavoce dei commercianti, preoccupati che le future attività commerciali nel ’48, potrebbero portare alla definitiva morte del commercio nel centro storico.
La variante così proposta, aperta ad un uso collettivo dell’area e del fabbricato, consentirebbe al Demanio di poter vendere con maggiore possibilità.

Commercianti agguerriti, opposizione attenta, maggioranza decisa a votare il capo. Il sindaco Biancardi ha parlato di occasione storica per la città. La votazione della variante  aprirebbe a nuove possibilità di sviluppo per un’area ad oggi degradata, mentre l’Ente riceverebbe in cambio una percentuale dalla vendita e l’intera area antistante gratuitamente, attivando l’iter per la riqualificazione. Emendamento bocciato e variante approvata con i soli voti della maggioranza e dei consiglieri di opposizione del NCD-UDC Scala e Parisi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto