EventiVN Cultura

Nola – Capitale del Libro, inoltrata la domanda

Il più è fatto, ora non resta che incrociare le dita. Inviata questa mattina la PEC contenente la candidatura della città di Nola a Capitale del Libro per l’anno 2022.

Ed in allegato agli incartamenti inoltrati al Ministero della Cultura e del Turismo, ci sono le speranze di un’intera città, vogliosa di scoprire la sua vocazione culturale, vero “petrolio” di un’area che ancora oggi paga dazio in termini di sviluppo della propria offerta cultural-turistica.

Valorizzazione tramite i grandi eventi, è questa l’idea chiave che giace come base della candidatura a Capitale del Libro, che ha guidato i lavori di volontari ed associazioni, coordinati da Antonio Daniele, segretario cittadino del Partito Democratico.

Investire nei grandi patrimoni culturali mai valorizzati. Da Giordano Bruno alla riqualificazione delle strutture bibliotecarie cittadine: sono tante le idee messe in cantiere nel progetto presentato al Mibact, le quali hanno come obiettivo finale la crescita sociale e culturale della città.

Superate le scadenze burocratiche, ora bisognerà aspettare speranzosi. Data già da oggi da cerchiare in rosso il 30 novembre 2021, quando dal ministero guidato da Dario Franceschini verrà svelata la nuova Capitale italiana. Un grande obiettivo che avrà comunque le sue anticipazioni, con le prime 10 finaliste che saranno già svelate nei prossimi mesi.

Un’attesa che ricalca quella vissuta dalla città nel lontano 2013, quando l’approssimarsi del mese di dicembre tenne tutti col fiato sospeso nella speranza di veder la Festa dei Gigli e la Rete delle Macchine a spalla essere insignite del sigillo blu dell’UNESCO. L’entrata nel circuito del patrimonio immateriale non ha saputo col tempo innescare circuiti virtuosi nella valorizzazione dell’enorme patrimonio culturale ed economico che la Festa sviluppa. 

Ed è questa la vera speranza che sottende alla candidatura di Nola Capitale del Libro. Un momento di sintesi tra le forze sane della città, che sappiano invertire questo trend e “svegliare” una città dormiente tramite il pungolo della cultura.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto