Cronaca

Nola – Campania Felix: ipotesi ‘culpa in vigilando’

Campania Felix, il debito del Comune di Nola, la proposta di delibera, il Consiglio comunale e il debito fuori bilancio da votare. Elementi di una questione che deve essere risolta, deve essere votata dai consiglieri comunali, che dovranno assumersi una grande responsabilità nel deliberare un atto che riconosce un debitodi oltre 2.500milaeuro a Campania Felix, per il pagamento del Lodo Arbitrale che porterà la società a scongiurare il fallimento, riuscendo ad onorare i contenziosi economici, il pagamento dei contributi ai dipendenti e quello delle trattenute mensili alle finanziarie, il cui mancato versamento ha generato problemi ai numerosi operai.

La Commissione Controllo e Garanzia ha più volte chiesto in audizione un colloquio con il presidente del Collegio dei Liquidatori, senza fortuna. Una convocazione volta ad ottenere chiarimenti sulla reale situazione finanziaria di una società che ha registrato la presentazione dell’ultimo bilancio nel 2009. Non avendo ricevuto elementi certi per valutare al meglio lo stato dei conti, i membri della Commissione hanno redatto una proposta di deliberazione da portare nel prossimo consiglio comunale che dovrebbe svolgersi il 27 marzo. Tutte le azioni in atto nei confronti della società potrebbero essere elementi di ‘mala gestione’ di Campania Felix e potrebbero costituire una diretta responsabilità degli amministratori e dei liquidatori della società in liquidazione. Una ipotesi di responsabilità contabile in base ad alcune sentenze della Corte dei Conti e della Cassazione. Una responsabilità che si potrebbe configurare ”nella imputabilità in base alle scelte strategiche effettuate dagli amministratori, e sul dovere di vigilare sulla corretta gestione della società partecipata”. Concretizzando la ‘culpa in vigilando’.

Su questa base i componenti della Commissione propongono di votare il riconoscimento del debito, ma di aggiungere ai capi all’ordine del giorno la proposizione del’azione sociale di responsabilità contro gli amministratori e i liquidatori di Campania Felix. In pratica il Consiglio vota ma carica di ogni responsabilità i sindaci che, in base all’articolo 2393 del codice civile, ”avrebbero omesso di esercitare nei confronti degli amministratori revocati l’azione sociale di responsabilità prevista, causando la prescrizione del risarcimento, e di affermare la responsabilità per culpa in vigilando ai sindaci che non avrebbero controllato il generale andamento della gestione di una Spa, consentendo il verificarsi di fatti pregiudizievoli e dopo esserne venuti a conoscenza, non avrebbero fatto quanto disposto dalla legge per eliminare o attenuare le conseguenze dannose”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds