Politica

Nola – Campania Felix: il “balletto” delle delibere

La giunta Biancardi vota il via libera alla transazione per la risoluzione del Lodo arbitrale con Campania Felix. Poi corregge il tiro accorgendosi di essere andata al di là delle proprie competenze, deliberando, con l’atto 11 del 28 gennaio, una precisazione in merito a quando deciso con la delibera numero 9.

L’esecutivo aveva approvato lo schema di transazione per 1.800.000 euro, salvo il parere dell’assemblea dei soci della società in liquidazione, e malgrado la proposta di chiudere la transazione a 1.600mila euro, avanzata dall’ufficio avvocatura del comune. Il documento veniva reso immediatamente eseguibile. Un’azione impropria che è stata modificata con la precisazione che, trattandosi di debiti fuori bilancio, la delibera trasmessa al presidente del Consiglio comunale, rappresentava soltanto una proposta che andava votata dall’assise cittadina.

La somma servirà ad evitare il fallimento di Campania Felix, società in liquidazione e aggredita da vari creditori. L’importo di 1.800.000 euro, rappresenta linfa vitale da presentare al giudice prima dell’udienza del prossimo 5 marzo, consentendo alla società di pagare i debiti accumulati, e di proseguire con l’iter di liquidazione. Un accordo che sarebbe arrivato dopo la valutazione positiva da parte del Collegio dei Revisori dei Conti di Campania Felix, che ritenevano fattibile la risoluzione per via transattiva, chiudendo la controversia solo sulla sorta capitale di 1.850.000, ridotta definitivamente ad 1.800.000 euro.

Resta da capire come si esprimerà l’assemblea dei soci, chiamata a decidere in merito all’accordo chiuso con il comune di Nola, per risolvere il Lodo arbitrale che ha visto l’ente nolano soccombere e subire pignoramenti per 2.600.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds