Politica

Nola – Arresto De Angelis, l’opposizione chiede il consiglio straordinario

Il giorno dopo l’arresto dell’assessore all’Urbanistica De Angelis, la città si interroga, si domanda quali ripercussioni potrà avere sulla vita sociale, l’ennesimo episodio che ha investito, indirettamente, la giunta Biancardi e la politica nolana.

Cominciano ad essere tante, forse troppe, le vicende che stanno investendo da qualche anno il comune nolano. Mandatopoli ha messo a nudo la fragilità umana di dipendenti infedeli che sono stati attirati dal vortice del facile guadagno.

Inchieste che si sommano, con intrecci politica-imprenditori che riempiono pagine di verbali e attivano procedimenti, richieste di arresto, sospensioni, interdizioni e nei casi più gravi condanne.

L’arresto dell’assessore all’Urbanistica De Angelis ha scosso la città, ha spianato la strada a profonde riflessioni e tanti punti di domanda nella gente comune. Politicamente il sindaco Biancardi ha provveduto a sostituire De Angelis con Manzi, anticipando il rimpasto programmato per il prossimo mese di maggio. Un anticipo forzato in attesa che la magistratura faccia il suo corso e che De Angelis possa dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati.

Le opposizioni fanno quadrato, chiamano a raccolta i rappresentanti politici, si preparano ad una profonda riflessione, e nella riunione dei capigruppo di oggi hanno presentato un documento che chiede “la convocazione di un consiglio comunale straordinario che possa deliberare sulla situazione politico-amministrativa chiedendo al sindaco di relazionare in merito agli ultimi accadimenti, chiedono l’azzeramento della Giunta, e l’istituzione di un tavolo di concertazione permanente delle linee guida del programma politico  per la città composto da tutte le forze politiche in consiglio al fine di riconsiderare l’azione amministrativa del sindaco ed individuare una Giunta ed una presidenza del consiglio che possano essere garanzia di legalità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
error: Questo contenuto è protetto