Cronaca

Nola – Alveo Casamarciano, via libera alla messa in sicurezza

A ridosso della fine dell’estate e l’inizio della stagione delle piogge, arriva una notizia positiva per le famiglie residenti lungo l’alveo Casamarciano, in località Sarnella a Nola. La regione ha stanziato 90mila euro per la messa in sicurezza del corso d’acqua che negli ultimi anni, è esondato e creato disagi e danni, alle abitazioni sottoposte al livello dell’alveo. Una serie di istanze e di solleciti indirizzati all’Ente competente, per effettuare una serie di interventi urgenti dallo sbocco del tratto tombato in località Sarnella, fino al ponte della strada per Cicciano. L’ultima istanza comunale risale al 18 luglio scorso, con risposta positiva giunta qualche giorno fa. La direzione generale per i lavori pubblici e la protezione civile, hanno reso disponibili le risorse e dato mandato al Consorzio di bonifica l’attivazione delle procedure di affidamento dei lavori. Una scelta che conferisce un minimo di speranza ai cittadini residenti che sono stati costretti, dopo brevi e intensi temporali, a fare la conta dei danni, a liberare dal fango e dalla melma le proprie abitazioni, a convivere con una paura giustificata che allarma e genera preoccupazione con il sopraggiungere di ogni minima pertubazione.

Da anni l’assenza di manutenzione degli alvei, il gioco delle competenze, ha costretto il comune nolano ad attuare ”azioni di forza” verso gli enti interessati, pretendendo ascolto e richiamando alle responsabilità dirette nel caso di mancata attivazione dei lavori di messa in sicurezza.

L’alveo Casamarciano è l’esempio lampante della mancata manutenzione. Il sedime accumulato negli anni, ha quasi cancellato il letto e le sponde si sono ridotte a semplici bordi che le acque superano facilmente. Un alveo che in più parti è stato coperto, e le ostruzioni e gli accumuli di materiale non sono più visibili. A valle i problemi con due esondazioni che in 40 giorni mise intere  famiglie in ginocchio. Nell’ottobre del 2015 il comandante dei vigili nolani, per far fronte all’emergenza, propose l’indizione di una manifestazione di interesse per le imprese interessate ad una procedura negoziata in economia, di affidamento dei lavori di rimozione del materiale di ostruzione degli alvei che attraversano il territorio comunale di Nola. Una azione che non portò a grandi risultati. Adesso la rassicurazione regionale per l’avvio dei lavori di messa in sicurezza, per scongiurare futuri allagamenti e disagi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto